Natale e quelle cene aziendali un po’ galeotte…

7 italiani su 10 aspettano la cena di Natale, solitamente aziendale, per attuare il tradimento....

IRRIVERENTE OFF

Cambio di poltrone e cambio della guardia. Se ai vertici della nostra politica esiste un cambiamento, vero o presunto che sia, anche il cucuzzaro del mondo dello spettacolo si adegua. Le antipatie diventano simpatie e tutto magicamente si trasforma nel gioco più vecchio del...

Come Marco Polo per un “Milione” di beneficenza

Hakuna matata, direbbero a Zanzibar. No stress, ribatterebbero a Caboverde. Con calma ed elegante curiosità, rispondono i tre “Flaneurs”, che, da qui a qualche mese, partiranno dall’Europa per percorrere, durante il Mongol Rally 2016, le diecimila miglia che la separano dalla Mongolia. Punto d’arrivo,...

Se la processione diventa un reato

Muore la cultura popolare. Distrutta dalla dabbenaggine. Dalla superficialità. Dall’ignorante arroganza. Muoiono secoli di sensazioni, brividi, attese, fiducia e speranza. Cessano gesti e suoni. Si spengono sguardi e voci. Si soffocano i canti e non si accendono i ceri. Anche i fiori si sentono inutili,...

E Kaulon rischia di finire sottoterra

Ed è ancora Kaulon! Il pensiero fisso a quel Tempio dorico che, prima o poi, ne sono certo, andrà a “finire a mare”, come si dice da queste parti. Due mareggiate violentissime, l’inverno scorso, lo hanno fatto scivolare, in buona parte, sulla spiaggia, dopo...

Marò, ancora persi dentro la trappola dell’angloindiano Marògold Hotel

Nell’interminabile show governativo di fine anno e nel discorso presidenziale c’era una speranza. Quella di potere annunciare la fine della querelle italo-indiana per l’arresto dei due fucilieri di marina Salvatore Girone e Massimiliano Latorre, avvenuto il 19 febbraio 2012. Mattarella si era spinto a...

Da Mafia Capitale a Malavita Capitale…

Don Bosco è un quartiere della periferia di Roma, vicino Cinecittà, sede dei famosi studi cinematografici. Il 20 agosto la capitale si sveglia pressoché deserta, luogo ideale per girare gli  esterni di un film: scena il funerale del boss. Il set è pronto per le...

Salvare il Palazzo d’Avalos, salvare il patrimonio italiano: salvare l’identità

Ci sono luoghi che hanno il potere di fondare lo spazio identitario di una comunità. Tale spazio non è riempito semplicemente da una confusa somma di individui, ma è costituito da una comunità di destino, dal popolo. Così, esistono davvero luoghi che rappresentano il...

Il “Matteo Day”, tra Sanremo e la Camera

Le immagini della  maxi-rissa nel cuore della notte aIla Camera dei Deputati, dove si discutevano le riforme costituzionali, destano stupore, incredulità, rabbia.  Sono ore convulse che sfociano nell'Aventino delle opposizioni che abbandonano l'Aula al grido "votatevi da soli questo obbrobrio di riforme". Che dire, il...

Matera. Una vergogna

Mea culpa, mea culpa, mea maxima culpa. Non lo sapevo mica che a Matera non fosse mai arrivata la linea ferroviaria delle ferrovie dello Stato. Davo per scontato che, capoluogo di provincia e della cultura lucana e non solo, ne avesse avuto diritto almeno con...

Come la ‘morte di Dio’ ha influenzato la filosofia italiana

Alcuni nascono postumi. Così è stato per Friedrich Nietzsche. Filosoficamente visse da prematuro. Ma la sua influenza sui posteri è enorme e non cessa di esercitarsi. Si scrive spesso infatti di “ricezione” del pensiero di Nietzsche. Egli non appartiene a se stesso, bensì alla schiatta...

“Ogni maledetto Natale”, provocazione fallita

Forse abbiamo capito: non è cambiato il cinepanettone, s'è solo diviso in tanti cinetorroncini più light, con budget meno ampi e volgarità più contenute. Insomma niente mani che ravanano nei deretani di tacchini farciti, docce sessualmente pericolose, battute da osteria. Non siamo Boldi e...

La felicità è l’unica risorsa di cui avrai mai bisogno

Fuoco unanime 1 L'urlo delle cornacchie squarcia l'aria. Sul piano d'orizzonte, tra i palazzi, all'ora in cui s'attardano i pensieri e sfumano parole nei racconti di giornate - diafane e imprensili, non catturanti - piega la poca luce verso sera. Convergono dal prima all'ora, ciascuno dal suo...

Se la processione diventa un reato

Muore la cultura popolare. Distrutta dalla dabbenaggine. Dalla superficialità. Dall’ignorante arroganza. Muoiono secoli di sensazioni, brividi, attese, fiducia e speranza. Cessano gesti e suoni. Si spengono sguardi e voci. Si soffocano i canti e non si accendono i ceri. Anche i fiori si sentono inutili,...

“D’ora in poi”, quel canto disperatamente forte di Adalgisa Zanotto

D'ora in poi. La poesia di Adalgisa Zanotto è un canto di disperazione
Coraggio è indubbiamente la prima parola che la più recente opera di Adalgisa Zanotto, poeta e scrittrice, richiama. D'ora in poi (Fara Editore, 2018, pp. 80, euro 10) si apre infatti con una dedica forte, seppur delicata allo stesso tempo, la quale...

La Rete, purché qualcuno lassù la ami. E non la censuri

La censura, eterna minaccia e nascosta soddisfazione dello scrittore artista non muore mai. E’ in fondo una sindrome tra Stoccolma e Stendhal. Nelle ultime settimane ne è stato accusato Bollore', il nuovo protagonista bretone di Vivendi e Telecom, portato in audizione dall’authority Tv francese...