Addio a Franco Maria Ricci editore di pregio e dandy imprenditore

0
emanuele beluffi franco maria ricci ilgiornaleoff
ilgiornale.it

Da petroliere (Gulf Oil, ma forse aveva un ruolo subalterno) a editore e grafico: famiglia aristocratica, si laurea in Geologia, va in Turchia non per gli scavi geologici bensì petroliferi (Gulf Oil, appunto) e rientra in Italia nel 63 reinventandosi editore e artista grafica. Fonda e dirige la più elegante rivista d’arte del mondo e costruisce quel labirinto che i colti e gli amanti della cultura tutti conoscono. Lui è Franco Maria Ricci, la rivista è FMR e il labirinto il Labirinto della Masone: il dandy imprenditore di un tempo che fu lascia questa valle di lacrime, spegnendosi a 82 anni a Fontanellato in provincia di Parma. FMR si specializzò in pubblicazioni d’arte e letteratura di pregio, apprezzate da vip come papa Paolo VI, Jacqueline Kennedy e Jorge Luis Borges. E proprio il celebre scrittore argentino diresse una delle collane più celebri, “La Biblioteca di Babele”. Tra le grandi opere curate da Ricci ricordiamo la ristampa dell’Encyclopédie di Diderot e d’Alembert e l’Enciclopedia dell’arte di Franco Maria Ricci, mentre fra i collaboratori FMR ricordiamo Umberto Eco, Cesare Zavattini e Roland Barthes. FMR venne acquistata dal gruppo Art’è nel 2002: i proventi della vendita permisero a Ricci di costruire nel 2005 il Labirinto della Masone nella Bassa Parmense, con il museo annesso e le 450 opere d’arte collezionate dall’editore in oltre 59 anni di attività e passione.

Articolo precedenteOn line “Via La Spezia 127”, la sitcom…contagiosa
Articolo successivoSIMA: non solo contatto fisico, diffusione aerea di Covid-19
Emanuele Beluffi
Nato a Milano, vivo e lavoro a Milano. Giornalista pubblicista, Ordine Nazionale dei Giornalisti. Laurea in Filosofia presso Università degli Studi di Milano, Filosofia del Linguaggio-Orientamento Logico-epistemologico. Responsabile di redazione presso Il Giornale OFF, spin off culturale del quotidiano il Giornale. Ho curato cento mostre di arte contemporanea in Italia, in collaborazione con svariate gallerie d'arte; i relativi testi critici sono tutti pubblicati a catalogo e online. Ho scritto una monografia pubblicata da Skira. Nel 2016/17 sono stato coordinatore del gruppo Cultura del movimento politico di Stefano Parisi Energie PER l'Italia, candidato sindaco di Milano alle elezioni 2016. Ho prodotto un magazine cartaceo d’arte contemporanea a colori su carta patinata, presentato a diverse fiere internazionali d’arte contemporanea e attualmente conservato al Centre Pompidou di Parigi. Profilo completo qui: https://www.linkedin.com/in/emanuele-beluffi/