Contro il coronavirus l'”assembramento” musicale di Andrea Barone

0

Forever Free, ultimo singolo del musicista Andrea Barone, racconta di Angelina, una donna costretta ad abbandonare il suo paese e a separarsi dalla sua famiglia, per scappare dalle atrocità della guerra. Angelina va in cerca della libertà, e di un posto dove poter condurre una vita normale. Il brano è un vero e proprio inno alla libertà delle persone, come individui e come comunità. Una tematica che si sposa alla perfezione con questo periodo di emergenza sanitaria e la sua consequenziale costrizione.

Il brano coinvolge 25 artisti dello scenario musicale campano e per musicalità rievoca gli anni ’80 e ’90. Dolci le sonorità che alzano il tono con il procedere della traccia, danno speranza e suscitano ottimismo. All’unisono gli strumenti si coordinano e creano armonia stilistica, mentre l’alternarsi delle voci dona ulteriore ricchezza emotiva al brano.

Un assembramento musicale che cozza con il distanziamento sociale imposto dall’emergenza Covid-19. L’emergenza ha fatto diventare il brano un vero e proprio inno alla libertà dopo il periodo di lockdown a cui siamo stati costretti negli ultimi 2 mesi. Una sorta di esperimento sociale che invita ad uscire fuori da propri limiti concettuali, oltre che fisici, e ad unirsi con gli altri per provare a condividere la gioia di un principio nobile quanto necessario: la libertà.

Il video vede la regia ed il montaggio di Guglielmo Lipari e racconta proprio i giorni di registrazione del brano in studio, da fine febbraio e inizio marzo, con tutti gli artisti e musicisti impegnati in una sorta di “We are the world” del progetto “Usa for Africa”.  Infatti il brano elogia e dà voce anche ad una buona fetta di artisti del territorio salernitano e napoletano, che non hanno perso, nonostante la pandemia, la voglia di gridare a gran voce il loro personale canto di amore.

Un messaggio universale di speranza per un ritorno alla normalità e un elogio alla libertà di cui nessuno dovrebbe essere mai privato.