Un Piano Marshall per la Cultura

0
Un piano Marshall per la cultura e il turismo , l'unica base di partenza praticabile per risollevare le sorti di un settore che generava 90 miliardi di PIL
La sala del Teatro Regio di Torino, Foto Ramella&Giannese, Fondazione Teatro Regio di Torino - file licenziato in base ai termini della licenza Creative Commons

In questo momento apocalittico un piano Marshall per la cultura e il turismo rappresenta, a mio parere, l’unica base di partenza praticabile per risollevare le sorti, ora segnate, di un settore che con il suo indotto incide in maniera non indifferente sulla ricchezza della nazione, dal momento che la filiera culturale genera 90 miliardi di Prodotto Interno Lordo.

Ribaltiamo dunque, in questo momento drammatico, il precedente modo di pensare liberale: laddove non possono i privati, intervenga lo Stato.

LEGGI L’ARTICOLO COMPLETO SU CULTURAIDENTITA’

ABBONATI A CULTURAIDENTITA’: DIVENTA MECENATE!

Articolo precedenteA Milano, “in attesa che spiri un vento migliore, insieme culliamoci”
Articolo successivoAndrea Piccinelli, la scienza infusa in versi poetici
Emanuele Beluffi
Nato a Milano, vivo e lavoro a Milano. Giornalista pubblicista, Ordine Nazionale dei Giornalisti. Laurea in Filosofia presso Università degli Studi di Milano, Filosofia del Linguaggio-Orientamento Logico-epistemologico. Responsabile di redazione presso Il Giornale OFF, spin off culturale del quotidiano il Giornale. Ho curato cento mostre di arte contemporanea in Italia, in collaborazione con svariate gallerie d'arte; i relativi testi critici sono tutti pubblicati a catalogo e online. Ho scritto una monografia pubblicata da Skira. Nel 2016/17 sono stato coordinatore del gruppo Cultura del movimento politico di Stefano Parisi Energie PER l'Italia, candidato sindaco di Milano alle elezioni 2016. Ho prodotto un magazine cartaceo d’arte contemporanea a colori su carta patinata, presentato a diverse fiere internazionali d’arte contemporanea e attualmente conservato al Centre Pompidou di Parigi. Profilo completo qui: https://www.linkedin.com/in/emanuele-beluffi/