Cortona Classica, musica colta nella città etrusca

0
Foto di Steve Buissinne da Pixabay

Da questa estate Cortona avrà un nuovo festival che porterà il suo nome. È proprio Cortona Classica infatti il titolo scelto per la rassegna di musica colta che avverrà nella città etrusca dal 20 al 26 luglio 2020, che godrà di una propria identità precisa, se l’Assessore alla Cultura Francesco Attesti afferma: “Non si tratterà di un format già presente altrove o magari riproposto con una veste simile a quelli realizzati qui in passato. Abbiamo pensato a un programma con un’identità nuova, una nuova storia con nuova visibilità. Sulla stessa linea il Sindaco Luciano Meoni:Ci sentiamo eredi di una grande storia, ma per esserlo realmente è necessario adeguarla all’epoca nella quale viviamo.

E in effetti all’interno del Festival vi saranno degli elementi di certo originali, come per esempio lo spettacolo conclusivo, in cui apparirà una Maria Callas in versione olografica, accompagnata da un’orchestra sinfonica dal vivo. Nello staff organizzativo sono presenti anche il direttore artistico Maurice Whitaker e il collaboratore artistico Nicholas Baldelli Boni, una squadra che porterà a Cortona una serie di eventi pregevoli.

Da questa estate Cortona avrà un nuovo festival che porterà il suo nome.  Cortona Classica dal 20 al 26 luglio 2020 musica colta nella città etrusca
Danielle De Niese, foto Sven Arnstein

Oltre quello già citato, si assisterà il 20 luglio al concerto del coro internazionale Tenebrae, mentre il giorno successivo verrà il turno del Maestro e pianista Roberto Prosseda, che si esibirà con un repertorio mozartiano, accompagnato dall’Orchestra da camera di Zurigo. Il 22 la regina della serata sarà la soprano Danielle De Niese, per un concerto diretto da Lorenzo Antonio Iosco, mentre il 23 salirà sul palco Daniel Hope, che eseguirà le Quattro Stagioni di Vivaldi sia nella versione originale che in quella elettronica di Max Richter. Il duo pianistico Sollini-Barbatano sarà protagonista del concerto del 24 luglio, dove si ascolterà brani provenienti dal repertorio a quattro a mani. Tutto questo prima del grande finale di sabato e domenica dedicato a Maria Callas. Le location scelte per le performance sono il Teatro Signorelli, la scalinata del Palazzo Comunale, la chiesa di San Domenico e il Palazzone.

Sarà una settimana intensa per la cittadina toscana, che per l’occasione si trasformerà nella cornice più adatta per ospitare le note della prima edizione del Cortona Classica.