Evaristo Petrocchi, l’ultimo degli Illuministi o il primo dei Romantici?

0
inside the isle - 2012 - 111 x 155

Su di lui potremmo farci la stessa domanda degli accademici a proposito di Immanuel Kant: l’ultimo degli Illuministi o il primo dei Romantici? Mutatis mutandis, Evaristo Petrocchi (Roma, 1954; vive e lavora tra Roma ed Assisi) è un artista ambientalista dal curriculum di…alto impatto espositivo, che sta portando avanti un importante progetto internazionale di sensibilizzazione collettiva sui cambiamenti climatici presentato giovedì 5 settembre al Mondadori Megastore di Piazza Duomo a Milano per il format “st’art. L’arte per tutti” a cura di Angelo Crespi.

La sua mostra si intitola “Uno sguardo sul mondo” e il titolo evoca l’immagine di quel viandante sul mare di nebbia immortalato da Caspar David Friedrich per simbolizzare il sublime romantico della Natura: e sulla base dell’altrettanto celebre “Isola dei morti” di Arnold Böcklin compone collages di materiali naturalistici e industriali integrati a fotografie riattualizzando la suggestione romantico/simbolista in favore di una cultura di tutela dell’ambiente.

In mezzo ai kombat tour a la Greta Thunberg la razionalità artistica di Petrocchi è una riflessione allarmata ma non allarmistica sulle tempeste del Pianeta, la forza della Natura quando viene conculcata dall’azione irriguardosa dell’Uomo e le relative conseguenze della de-territorializzazione e dello sfregio all’identità dei luoghi della Terra.

Articolo precedenteLe passioni di d’Annunzio sul palco con Daniela Musini
Articolo successivoCinemarcord, la rassegna “monstre” del cinema…off
Emanuele Beluffi
Nato a Milano, vivo e lavoro a Milano. Giornalista pubblicista, Ordine Nazionale dei Giornalisti. Laurea in Filosofia presso Università degli Studi di Milano, Filosofia del Linguaggio-Orientamento Logico-epistemologico. Responsabile di redazione presso Il Giornale OFF, spin off culturale del quotidiano il Giornale. Ho curato cento mostre di arte contemporanea in Italia, in collaborazione con svariate gallerie d'arte; i relativi testi critici sono tutti pubblicati a catalogo e online. Ho scritto una monografia pubblicata da Skira. Nel 2016/17 sono stato coordinatore del gruppo Cultura del movimento politico di Stefano Parisi Energie PER l'Italia, candidato sindaco di Milano alle elezioni 2016. Ho prodotto un magazine cartaceo d’arte contemporanea a colori su carta patinata, presentato a diverse fiere internazionali d’arte contemporanea e attualmente conservato al Centre Pompidou di Parigi. Profilo completo qui: https://www.linkedin.com/in/emanuele-beluffi/