Prestige Architects, la “boutique” del made in Italy nel mondo

0

Hanno definito il suo studio d’architettura “uno studio boutique”. Ha vinto premi di design internazionale, è stato selezionato da SBID International Design Awards e le sue realizzazioni sono state annoverate fra “le case più glamour al mondo”. Il suo nome campeggia di fianco a quelli dei designer più affermati al mondo nel sancta sanctorum editoriale World’s leading design names 2018.

Lui è l’architetto italiano Marco Braghiroli, direttore esecutivo della società Prestige Architects ltd, lo studio d’architettura fondato nel 2009 con sede centrale a Londra e punta di diamante del made in Italy nel mondo. Prestige Architects ltd è stato definito una boutique perché le sue realizzazioni sono uniche come un’opera d’arte ed eleganti come una Aston Martin: Prestige Architects ltd è infatti uno studio di architettura specializzato nella progettazione residenziale di altissimo livello, fortissimamente connesso con la ricerca dell’unicità e irripetibilità estetica.

La committenza è internazionale e sono le residenze di lusso private realizzate da Prestige Architects ltd sono ovunque nel mondo: nel Regno Unito e in molti paesi d’Europa e Oltreoceano, come Grecia, Italia, Montecarlo e Caraibi, senza parlare dei progetti in fieri come la ristrutturazione di un edificio residenziale negli USA e il design per uno yacht in Asia. Sì, perché il punto forte è proprio questo: il design, l’unicità dell’opera, il suo valore estetico e (naturalmente) il suo valore funzionale.

Il segreto del successo? Uno è proprio l’Italia: infatti l’estetica di questa “boutique” riflette l’attitudine tutta italiana per la ricercatezza e la bellezza. L’altro segreto è invece rappresentato dallo studio e l’applicazione degli standard di consegna e qualitativi inglesi. Il risultato è, appunto, Prestige Architects ltd, un’impresa che unisce lavoro e cultura e che rappresenta il  made in Italy nel mondo nel campo del design d’eccellenza.

Articolo precedenteRoberta Di Febo: “Ripensiamo la Scuola attraverso l’Arte e la Cultura”
Articolo successivoLa storia della musica per amanti inesperti
Emanuele Beluffi
Nato a Milano, vivo e lavoro a Milano. Giornalista pubblicista, Ordine Nazionale dei Giornalisti. Laurea in Filosofia presso Università degli Studi di Milano, Filosofia del Linguaggio-Orientamento Logico-epistemologico. Responsabile di redazione presso Il Giornale OFF, spin off culturale del quotidiano il Giornale. Ho curato cento mostre di arte contemporanea in Italia, in collaborazione con svariate gallerie d'arte; i relativi testi critici sono tutti pubblicati a catalogo e online. Ho scritto una monografia pubblicata da Skira. Nel 2016/17 sono stato coordinatore del gruppo Cultura del movimento politico di Stefano Parisi Energie PER l'Italia, candidato sindaco di Milano alle elezioni 2016. Ho prodotto un magazine cartaceo d’arte contemporanea a colori su carta patinata, presentato a diverse fiere internazionali d’arte contemporanea e attualmente conservato al Centre Pompidou di Parigi. Profilo completo qui: https://www.linkedin.com/in/emanuele-beluffi/