Il sisma non crei nuovi fantasmi

Seimila centri abitati in Italia, abbandonati, meravigliosi. E in vendita, per cifre ragionevoli. Una risorsa di cui non si parla.

Salvare il Palazzo d’Avalos, salvare il patrimonio italiano: salvare l’identità

Ci sono luoghi che hanno il potere di fondare lo spazio identitario di una comunità. Tale spazio non è riempito semplicemente da una confusa somma di individui, ma è costituito da una comunità di destino, dal popolo. Così, esistono davvero luoghi che rappresentano il...

Giannutri, chi ha rovinato il Paradiso?

Era Dianium ed è Giannutri. Giannutri. Una fra tanto, la dimora dei Domizi Enobarbi. Era un paradiso per i Romani, ed è un purgatorio per ciò che ci hanno lasciato. Una fra tanto, la dimora dei Domizi Enobarbi. La villa, costruita nel cuore della più...

Dietro il successo dell’étoile c’è anche la tecnologia

Il linguaggio del balletto classico, si sa, è il francese… Se non altro perché re e regine di Francia ne sono stati grandi promotori storici, da Caterina de’ Medici al Re Sole. Francese, con un forte accento italiano, proprio come quello della moglie fiorentina...

Teatro Politeama di Como. Chi fermerà il degrado?

A Como c’è un bene culturale nel cuore della città, che attende di essere salvato e nuova vita, lo storico Teatro Politeama. Inaugurato il 14 settembre del 1910 con la Bohème di Puccini, il Politeama ha chiuso definitivamente i battenti all’inizio del 2005. All’ingresso si...

Che vergogna lasciar marcire il castello di Sammezzano

Di epoca romana. Forse, no. Ci dormì Carlo Magno. Forse, sì. Medievale, o, forse, no. Costruito nel XVII.Ma “nato” veramente nel XIX. Il Castello di Sammezzano, a Reggello. A quattro passi da Firenze. Il “papà” vero, il “creatore” di tanta magnificenza e variopinta bellezza fu, in...

Oppido antica, la Pompei della Calabria

Era la sera del 5 febbraio 1783. Il vescovo, probabilmente, aveva già cenato. E così anche i monsignori e gli abati di cattedrale, seminario, e conventi. Avevano già cenato i signori del castello e i notabili. Il popolo, no. Ma era un fatto normale....

Il Mulino della Serra, facciamolo sopravvivere!

E poi ti bagni i piedi nelle fresche acque dello Jerapotamo, il torrente che attraversa l’Aspromonte e arriva alle campagne coltivate a ortaggi e cereali dai contadini di San Giorgio Morgeto. Ti sembra di ricevere un secondo e più potente battesimo, che, confermando l’esistenza...

Dalle tavole e dal tempo riemergono i segreti di Leonardo…

Racconta i segreti di Leonardo. Il suo modo di lavorare, i suoi pensieri, pentimenti, perfezionismo, grande arte. È l’Adorazione dei Magi, la grande tavola (cm 246 x 243) iniziata nel 1481 per il monastero di San Donato a Scopeto (Firenze) e lasciata incompiuta per...

Quando l’arte sacra è brutta come una bestemmia

Torno a Roma da visitatore, dopo un trentennio di residenza effettiva, e mi imbatto in quello scempio che da “romano” non avevo mai notato. Perché, si sa, neanche un terzo dei romani ha mai visitato il Colosseo, la Galleria Borghese, i Musei Capitolini, i...

Taormina crolla e il Comune che fa?

Avevo 8 anni e, forse, diventai frocio a Taormina proprio a quell’età. Se, come dicono tutti, sono gli omosessuali “ad avere uno spirito artistico più sviluppato”. Già, arrivai, non ancora adolescente,  nella cittadina amata da Wilhelm von Gloeden (l’aristocratico fotografo che ne immortalò bellezze...

Monasterace: il tempio di Kaulon è salvo. Forse

Buon Natale, Monasterace. E Buon Natale al Tempio di Kaulon che, forse, sta firmando un contratto col futuro.  È passato più di un anno da quando, da queste pagine, lanciammo anche noi un urlo di collera e protesta contro il silenzio assordante della politica e...

A.A.A. Regalasi stazioni

Si può vederle dai finestrini dei regionali non troppo veloci, con l’intonaco scrostato, l’aria malinconica e i binari invasi dalle erbacce. Si chiamano “stazioni impresenziate” e sono circa 1700 su tutta la rete ferroviaria nazionale. Piccole, scomode, prive di personale ferroviario e di possibilità...

Portano via la Soprintendenza? Reggio in rivolta

Una provincia con i templi greci che vengono risucchiati dal mare. E il ministro della Cultura, Dario Franceschini, che fa? Vuole chiudere la sede reggina

Capo Colonna: la politica ammaina le bandiere.

Inverno caldo sul promontorio di Capo Colonna. I riti di oggi e di ieri fanno a braccio di ferro. Chi ci va di mezzo è l’Arte e la Storia. Accade spesso che sui resti del Passato, si costruiscano nuove speranze. Quasi a volersi appropriare...

Matera. Una vergogna

Mea culpa, mea culpa, mea maxima culpa. Non lo sapevo mica che a Matera non fosse mai arrivata la linea ferroviaria delle ferrovie dello Stato. Davo per scontato che, capoluogo di provincia e della cultura lucana e non solo, ne avesse avuto diritto almeno con...