Renzi sta alla cultura come Dante sta al fitness

Come direbbe Alessandro Manzoni: “Perché Matteo Renzi si ostina a far finta di essere un intellettuale?” Perché Borges e Dante - “Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza”; “canoscenza”, con la “a”, e non “conoscenza” con la “o”, come...

Schütz, Scheler e l’ordo amoris

Prosegue la pubblicazione di testi di fenomenologia da parte di Morcelliana, raffinato editore bresciano che mantiene viva l’eredità di Edmund Husserl e dei suoi pregiati allievi. Ora è la volta di Max Scheler. Epistemologia, etica, intersoggettività, scritto da un filosofo del calibro di Alfred Schütz...

Agata, la Pussy Riot di Catania

È tutto un complesso di cose, e chi arriva a Catania il 5 febbraio, nel giorno della festa di Sant’Agata, è ben cosciente che non resterà indifferente alla solida ricchezza di ritualità e folklore. Nelle 48 ore più vive delle città – mentre il...

Contro la nuova castrazione mentale, auguri e figli maschi.

Fa ancora male la testa dopo tante urla tra i fautori delle famiglie nuove-omo ed i difensori del tradizionale focolare domestico. Le due orde si sono affrontate con la solita mancanza d’umanità ed il consueto odio di tifoseria che caratterizza il cozzo del peggio...

Un Evola francese per un tributo a Nietzsche

È quella che in gergo si chiama una “chicca”: una rarità da infilare gelosi nella biblioteca personale. Stiamo parlando di Par delà Nietzsche di Julius Evola, pubblicato da Nino Aragno Editore (a cura di Gianfranco de Turris, prefazione di Alessandro Giuli, pp. 68, €...

“Digital Renz Akt”, cinque anni di innovazione italiana

“Digital Renz Akt è un volume per buddies, bandìti, bandisti e bànditi sul perché e come l’Italia resti, a prescindere dagli investimenti materiali, digitalmente divisa. Più, che nei fatti, nella testa. Il digital divide è ben poca cosa rispetto alla divisione netta e sempre...

Una risata seppellirà i cattivoni

Occorre mettere in pausa regni e regnanti, dittatori e sovrani, potere e potenti. Stop! Fermateli, dissacrateli, snaturateli, umanizzateli. O con le forza – a meno ché non ci si chiami USA, è dura - o con la sacra potenza delle immagini; in fondo poco...

Lettere dal secolo bello, il Settecento francese

Non v’è dubbio: sono passati di moda. Dirli filosofi sembra, per così dire, inappropriato. L’appellativo è perfetto per Voltaire, non per D’Alembert o Diderot: essi sono, sic et simpliciter, gli enciclopedisti. I precursori del mondo moderno, cioè dell’Europa post rivoluzione, quella vera, del 1789,...

Marò, ancora persi dentro la trappola dell’angloindiano Marògold Hotel

Nell’interminabile show governativo di fine anno e nel discorso presidenziale c’era una speranza. Quella di potere annunciare la fine della querelle italo-indiana per l’arresto dei due fucilieri di marina Salvatore Girone e Massimiliano Latorre, avvenuto il 19 febbraio 2012. Mattarella si era spinto a...

Otello, Jaspers e il delirio di gelosia

È finito il tempo di Medea. Quella creatura vendicativa vive solo sul palcoscenico. Donna crudele, che per amor tradito uccide i figli pur di punirne il padre, Giasone. Un personaggio che giganteggia virato al nero e si capisce bene quanto sia mostruoso, se strappato alla dimensione tragica...

Anche i sindacati preferiscono i commissari

Napoli è una città dove un segretario sindacale Cgil può trovarsi minacciato con un coltello vicino alla sua sede, in vendita per dissesto finanziario. Al di là delle solite litanie anticamorra, non è chiaro se a minacciare siano piccoli delinquenti, criminalità organizzata o lavoratori...

L’esempio di Sparkle e di Silvio

La Leopolda 6 renziana si è chiusa tra le urla isteriche del gruppo di comando e le proteste di una folla ostile. Di tutt’altro segno, la Leopolda 4 del 2013 che prometteva di non accanirsi più su cittadini vittime come gli esodati nel passato...

Sul presepe della Boschi trionfa l’albero vivant della Santanchè

Le elucubrazioni sull’intreccio tra fede e politica, geopolitica e terrorismo, racconto mediatico delle missioni di pace e delle nefande guerre sono entrate nella quotidianità. L’antica querelle di preferenze per l’albero di Natale o per il presepe rispecchiava i diversi gusti dell’Europa del burro e...

Klages: un grafologo nell’empireo dei filosofi

A vederlo nell’empireo dei filosofi qualcuno forse storcerà il naso. Ma tant’è: Ludwig Klages (Hannover 1872 - Zurigo 1956), pensatore è stato eccome, non ostante la formazione eterogenea e l’anti-accademismo. È noto per aver fondato la Società tedesca di grafologia nel 1896, con uno...

Ortega y Gasset, profeta della decadenza dell’Occidente: un ritratto a sessant’anni dalla morte

Josè Ortega y Gasset
Dalla Spagna un’iniezione di fiducia nell’individuo ed un antidoto potente alla massificazione e ai vaneggiamenti della modernità. Un elisir da diluire nella complessità di un ambiente sociale sempre meno adatto all’uomo che non sa ragionare di sé, che non sa interpretare la propria vita....

La vittoria degli elettori bianchi

Se la vittoria elettorale della destra nazionalista, simile a quella ultima francese, si fosse verificata in Italia a poche settimane da un grave eccidio terroristico, è facile immaginare la sequele di eventi. Si sarebbe cercato il cui prodest della strage islamista, trovandone mandanti, collegamenti...