Ponso, il poeta nato con la camicia si mette la camicia di forza

Una generazione di giovani poeti si ritira dal mondo, e al secolo preferisce l'eremo. Da Ponso a Turina a Temporelli, la poesia al limite del silenzio

Ladolfi e la controstoria della poesia del Novecento

Le grandi imprese partono dai luoghi periferici, osannati dall’esilio. Borgomanero è un paese infelice, sulle rive plumbee del torrente Agogna, a uno sputo di cemento da Novara, benedetto dall’odore acido del Lago d’Orta. Eppure, quando qualcuno, tra decenni, tenterà di impalcare una storia plausibile...

La giornata mondiale della poesia. Noi siamo con Mario Luzi

Probabilmente non è un caso che la Giornata mondiale della poesia coincida con quella della Sindrome di Down. 21 marzo: il poeta e l’handicap sono onorati insieme. Il senso del gemellaggio è mistico: il poeta è il disabile assoluto. Il poeta è l’inutile che...

“E nascemmo”: una poesia di Giancarlo Pontiggia

Tra Eraclito Luke Skywalker: la dolce certezza nella parola prima, primeva, sorta ci salva da questo massacro barbaro e borghese.

“All’Italia” di Giacomo Leopardi

Rileggersi la canzone dedicata al nostro paese è utile, specie in un momento in cui la nostra patria viene calpestata da hooligans e terroristi

Andrea Ponso tra Cavalcanti e Blade Runner

L'ortica punge ed è curativa. Il dolore evoca la sanità. E la santità del poeta? La sua parola è dura. Arde. Non disseta. Rende la gola un deserto. Desertifica. Parola che ci denuda. Andrea Ponso ama frequentare gli scrittori estremi: in questa poesia sembra...

Federico Italiano, un Johnny Depp inabile alla guerra

In poesia, la strategia conta più dell’istinto. Federico Italiano è un poeta nato con la camicia, il Messia della new wave della lirica italica. Ha esordito nel 2003 (Nella costanza, per le Edizioni Atelier), ha piazzato un “libro d’arte” nel 2006 (I Mirmidoni, per...