Simon Armitage, punk rocker e poeta laureato

Insegna poesia a Oxford. Ha mostrato come fare cultura in tv. Ha fatto il guardiano di detenuti e il cantante new wave. Ed è in cerca di archetipi e antenati. Chiacchierata con un dei più grandi poeti viventi...

“Daffodils” di Ted Hughes. In memoria di Sylvia Plath

Ted Hughes (1930-1998) è stato un poeta inglese, forse il più grande della sua generazione. Sposato con Sylvia Plath, fu ritenuto moralmente responsabile del suicidio della moglie avvenuto nel 1963. Dopo trentacinque anni di silenzio raccontò nel suo ultimo libro in versi Birthday Letters...

Il grande Brodskij. La luce di Roma contro le tenebre

Iosif Brodskij (Leningrado 24 maggio 1940 - New York 28 gennaio 1996) è forse una delle voci più influenti della poesia del secondo Novecento. Allievo della Achmatova, esiliato dalla Russia comunista nel 1972, premio Nobel per la letteratura nel 1987, Brodskij ha scritto tra...

Contro il logorio della vita moderna, una Monodose di poesia

Pettinano lo stomaco meglio di un gastroprotettore, placano le inquietudini più di un ansiolitico, aprono la mente con maggiore efficacia del fosforo. Si tratta dei grammi di poesia di Monodose, prodotto originale della Ronzani Editore, giovane casa editrice veneta: pacchetti dalle sembianze di confezioni...

Rilke, un poemetto dedicato all’avo (alfiere) Cristoforo

Basterebbe la nota del traduttore. Milano, marzo 1929, il grande Vincenzo Errante scrive: “Tradurre è sempre una sgomentevole impresa. Più sgomentevole ancora, tradurre un lirico tedesco. Tradurre un lirico tedesco come Rilke, addirittura disperata”. Ma i due anni di “sofferto” confronto, ci restituiscono la...

Eugenio Montale racconta la primavera hitleriana

Eugenio Montale, nella "Primavera hitleriana", descrisse la venuta del messo infernale, in anticipo presagì la catastrofe

La giornata mondiale della poesia. Noi siamo con Mario Luzi

Probabilmente non è un caso che la Giornata mondiale della poesia coincida con quella della Sindrome di Down. 21 marzo: il poeta e l’handicap sono onorati insieme. Il senso del gemellaggio è mistico: il poeta è il disabile assoluto. Il poeta è l’inutile che...

La poesia? Non la vuole più nessuno, nemmeno Mondadori. Ed è meglio così

Alessandro Zaccuri ha lanciato l’inquieto interrogativo via Avvenire (Mondadori rinuncerà alla «storica collana» di poesia, “Lo specchio”?) dandosi una prima risposta: «alle grandi case editrici la poesia sembra non interessare più». Sono seguiti un rosario di piagnistei. Il problema in realtà non esiste: se...

Quell’esule istriano che si ribellò al consumismo e divenne poesia

Originario di Fiume, padre ex legionario di D’Annunzio, dopo la guerra trovò rifugio con la famiglia in un campo profughi accanto a Trieste. Visse a Firenze, a Parma, poi a Roma. Esordì nel 1969 sulla rivista “Nuova Corrente”; la sua prima antologia poetica, Area...

La commedia ubriaca, il colpo di grazia di Nicola Vacca

La commedia ubriaca In case come tombe/sepolti dall’ego del tubo catodico/sputiamo rancori/riteniamo di essere sempre nel giusto./Non consideriamo mai un’attenuante/in favore del dubbio./Ci assolviamo/senza nessun appello per l’ascolto./È ubriaca la commedia/che recitiamo da sobri/in un apparente stato di quiete. Stiamo aspettando Godot Il mattino ha l’orrore/che arriva...

Le giovani parole di Mariangela Gualtieri

La miglior cosa da fare stamattina / per sollevare il mondo e la mia specie / è di stare sul gradino al sole/ con la gatta in braccio a far le fusa. Si apre con questi versi luminosi la raccolta poetica di Mariangela Gualtieri,...

Giulio Regeni. Quando la poesia diventa la voce del dolore

Dare voce, con rispetto e pudore, al sentimento del dolore, attraverso la parola poetica che si fa testimone del male del proprio tempo, ricercando altresì una qualche “luce” quale approdo per l'anima, precipitata nel buio più totale. Questa la difficile prova affrontata da Vera...

Le poesie per il nuovo millennio di Giusy Cafari Panico

Itaca Invano cerco la patria della mia anima, il luogo nascosto da dove sono partita. Si sono affievolite le voci dell'infanzia e non sono abbastanza vecchia per farle ritornare. Isola lontana, che nemmeno intravedo, circondata da un mare ancora nemico, chi mi aiuterà a raggiungerti? Chi placherà Nettuno e le sue tempeste per riportarmi a casa? da “Dalle radici al cielo” (Pegasus Edition),...

Quando la periferia diventa poesia: i “Metroromantici”

Uscire dal blocco. Bucare il ghetto. Pensarlo è semplice, realizzarlo molto meno. Appresso agli appelli della politica, allo scrosciare delle mani che plaudono il leader maximo di turno venuto a salvare la periferia, come un messia che parla su un trespolo di fronte al...

Il valore del tempo e di se stessi. I versi di Gian Ruggero Manzoni

L'acqua è uscita dalle sponde e fa da letto alle radici di betulla. Il gibbo che ti gonfia le spalle scivola da spia nel mondo degli adulti. Non comprendo la disumana volontà di sopraffarsi, ma quella mi abita con voce che non mi appartiene, perché esce tronfia...

Io canto il corpo-poesia: carne e sangue dalle pagine di Sonia Caporossi

Nel Segno nel segno che incide la carne dei polsi nel prisma iridato che incarna i tuoi occhi nel battito esangue del fiato che muore squassando un delirio che affoga parole io sento il mio istinto assetato di gioco io vedo il mio fato forgiato nel fuoco un significato pretende ben...