L’innovazione è il nuovo mito. Ma produce migliaia di disoccupati tecnologici.

L’innovazione ha preso il posto, nell’empireo delle idee e degli ideali, di quelle che dominarono i secoli scorsi, cioè "restaurazione" e "rivoluzione". Non si tratta più di conservare tradizioni, costumi popolari, territoriali e spirituali. Nemmeno di rovesciare gli equilibri di potere, portare gli ultimi...

Israele: Ultimo avamposto dell’occidente

Il tragico agguato in una sinagoga di Gerusalemme ad opera di due fanatici islamici che ha causato la morte di cinque persone ci impone una riflessione su Israele. Nell'Europa dei burocrati e dei banchieri sembra ci sia la tentazione di non capire la battaglia...

Bentornata TOCQUEVILLE.IT , la città dei liberi

L'aggregatore di pensiero del Centrodestra rinasce per dare voce a tutte le culture: da quella liberare a quella conservatrice, passando per radicali, cattolici, turbo capitalisti... Per una nuova "città dei liberi" Era il 2005: internet entrava in una fase di seconda espansione, la politica non...

Bentornata TOCQUEVILLE.IT , la città dei liberi

L'aggregatore di pensiero del Centrodestra rinasce per dare voce a tutte le culture: da quella liberare a quella conservatrice, passando per radicali, cattolici, turbo capitalisti... Per una nuova "città dei liberi"

Il teatro Eliseo, non sia un altro Valle okkupato

Al Teatro Eliseo di Roma si rischia l'occupazione. La veterosinistra della precedente gestione non accetta l'arrivo di Luca Barbareschi.

Al di là della Leopolda e del vecchio sindacato rosso

Altro che la Cgil. Altro che giovani smart. Noi stiamo con gli OFF dell'economia e della Cultura

Di Pietro cade sull’Ultima Cena di Leonardo. Brevi riflessioni sulle élites

Autocandidatosi sindaco del capoluogo meneghino, il politico ex pm non sa dove sta di casa il capolavoro di Leonardo. Ma il problema dei politici inconsapevoli è nostro, non suo.

Suor Cristina, meglio Madonna che santa

La canzone della suora siciliana, secondo Quentin Tarantino in "Le iene" è "una metafora della fava grossa". Così la chiesa pensa di evangelizzare il mondo?

Un pino è un pino anche quando è un sex toy? Oppure no? Le provocazioni di Paul McCarthy a Parigi

La notizia è già stata triturata. Mangiata e digerita dalla Rete. Tanto che forse non varrebbe la pena insistere. Ma un piccolo punto fermo sembra opportuno. Ecco i fatti: nella notte di sabato 19 ottobre, alcuni “vandali” (così li hanno definiti) hanno sgonfiato l’enorme pallone...

I desaparecidos della cultura per quella sinistra ancora più sinistra

 di David Colantoni In un paese civile, il prestigio di alcuni luoghi della cultura dovrebbe garantire, a qualsiasi artista che vi si esibisce, la certezza di veder diffusa la notizia dei suoi lavori da quegli organi di stampa da cui la collettività, ancora prima di...

La vice-ministra fa la rivoluzionaria. Rossa

Ilaria Carla Anna Borletti Buitoni dall'Acqua, viceministro della Cultura, racconta la sua vita "controcorrente". Dalla lotta dura nei ristoranti valtellinesi alle spedizioni radical-chic in Africa

Abbassare l’Iva per rilanciare l’Arte

Il fisco bastona gallerie d'arte, operatori e compratori, con norme incomprensibili e carichi eccessivi

Stupidario di Sabina Guzzanti

Tutte le gaffes di una satirica disperata. Ora difende Riina e Bagarella (ma il suo La Trattativa è un flop). Prima derise il cancro di Oriana Fallaci, attaccò la Carfagna e la Gelmini

Il renzismo non vince il Nobel, ma porc….

Peccato: non ha vinto Dacia Maraini, né Baricco, né Saviano. Il Nobel per la letteratura 2014, è andato al francese Patrick Modiano (da noi quasi sconosciuto) Modiano nasce a Boulogne-Billancourt, una città poco distante da Parigi, il 30 luglio del 1945, figlio di Albert Modiano,...

CLAMOROSO, Dacia Maraini vince il Nobel per la letteratura

Dacia Maraini è il settimo autore Italiano a vincere il Premio Nobel, a 15 anni di distanza da Dario Fo.  Il Nobel è per lei una restituzione in un certo senso familiare. La scrittrice, drammaturga è sceneggiatrice nata a Fiesole il 13 novembre 1936, infatti...

Roma prenda esempio da Guidonia

Il sindaco della Capitale, Ignazio Marino, distrugge la cultura. Quello di Montecelio, Eligio Rubeis, la usa per rilanciare la città. Chi votereste tra i due? di Angelo Crespi “Mentre Roma affonda Guidonia Montecelio splende”. Basterebbe questo inciso a far comprendere quello che succede nel comune più...