Le mille Puglie che noi tutti vorremmo!

Le mille Puglie che noi tutti vorremmo!
Meravigliosa la nostra Italia, terra di bellezza e cultura, di beltà da raccontare, da illustrare, tutelare. Popolo forte e orgoglioso quello italiano che deve però riappropriarsi della propria identità, conoscerla, tutelarla, difenderla, perché non esiste futuro e non esiste meta se ci si dimentica...

Selfie, ergo non sum

Selfie, ergo non sum
Anche questo mese abbiamo scelto per la copertina del nostro mensile un’opera pop, quella dell’artista milanese Simone Fugazzotto, per raccontarvi con irriverenza da dove veniamo e dove stiamo andando. Una scimmia con l’ormai inseparabile appendice bio-tenologica dello smartphone....

Il genio di mio nonno FT Marinetti

Marinetti sta ad X come FTM sta a Futurismo, dove X è l’incognita.

Al Bano: “Terrorista io? L’Ucraina mi chieda scusa!”

Il coraggio anticonformista di Al Bano
Le sue simpatie per la Russia e per Vladimir Putin in particolare gli sono costate care: quanto meno a Kiev. Al Bano è infatti pericoloso per la sicurezza nazionale ucraina. A causa delle sue posizioni..."filoPutin" ("L'ho incontrato tre volte. Nel 1986, durante una tournée...

Renzo De Felice, il Ventennio fuori dagli schemi

L'8 aprile di quest’anno cadrà il novantesimo anniversario della nascita dello storico  Renzo De Felice. Anche la legge finanziaria, da poco approvata, se ne è ricordata, destinando un contributo per ricordare l’anniversario.  De Felice dedicò la sua ricerca a un approccio al fascismo storicamente...

Leonardo e il mistero del coltello

Si riapre la polemica sull'Ultima Cena. La mano che impugna la lama non può essere quella di Pietro. Bensì avrebbe dovuto essere quella di Giuda. Chi ha modificato l'affresco e perché?

Qualcosa si muove: nasce #CulturaIdentità

 VAI AL SITO CULTURAIDENTITA.IT Difendere l’Identità e, conseguentemente, la Cultura di un popolo, corrisponde alla certezza che quel popolo veda il futuro. Non c’è avvenire, infatti, se non si rispettano le proprie origini, se non si difendono le proprie tradizioni. Essere Italiani, infatti vuol dire...

100 anni dopo: la vera storia del water di Duchamp

L'orinatoio non fu mai esposto. Poi venne buttato nella spazzatura. Era uno scherzo dell'artista francese che da un secolo esatto prendiamo troppo seriamente

Strage di Vergarolla: quando si usava il tritolo per cacciare gli italiani

La strage di Vergarolla, avvenuta domenica 18 agosto 1946, è forse la più sanguinosa (circa 100 vittime) fra quelle dell’Italia repubblicana. Volutamente nascosta per oltre cinquant’anni, viene finalmente portata alla luce in tutti i suoi aspetti grazie al libro del direttore de L’Arena di...

Albertone, il comico odiato dalla sinistra chic

A 12 anni dalla scomparsa. Snobbato dall'intellighenzia (Nanni Moretti: "ve lo meritate Alberto Sordi"), il comico romano ha saputo fare anche cinema di denuncia, e interpretare l'anima moderata (non solo "amorale") dell'Italia

Ma il card. Ravasi crede in Dio?

Gianfranco Ravasi scrive dei pericoli della religione. Se la prende con Tertulliano. Twitta versi dei Coldplay. E cita l'ateo Borges

Pirandello e quel progresso disumanizzante che non tollerava

149 anni fa nasceva Luigi Pirandello, il 28 giugno 1867. L'analista dell'animo umano non individuava nel progresso tecnico nulla di buono e ne ha denunciato i limiti nei "Quaderni di Serafino Gubbio operatore". Nell'agosto del 1915, quand'ancora l'entusiasmo del radioso maggio infuocava i cuori dei...

Quando il talento diventa arte: Serena Rossi, vera showgirl

Negli ultimi anni sembra che basti presenziare in un salotto televisivo perché una ragazza, rigorosamente di bell’aspetto, possa essere definita una showgirl; sembra che bastino la copertina di un settimanale di gossip, un’isola deserta su cui cercare fortuna o un amore social da condividere...

9 buoni motivi per non leggere libri

BASTA CON LA RETORICA DELLA GIORNATA DEL LIBRO. Uno scrittore fa l'elenco della ragioni valide per NON leggere...

Bertolucci, quel cinema che si misurava con la monumentalità

E’ un grande dolore la morte del grande Bernardo Bertolucci. “Grande” è un aggettivo che va utilizzato più volte parlando di lui: con Bertolucci si perde infatti uno dei pochi interpreti italiani di un cinema votato alla maestosità. Ricordandolo, il pensiero vola rapido non...

Rispetto per gli eroi delle nostre trincee

4 novembre: appello al Governo
Io mi emoziono sempre quando ascolto le note de La canzone del Piave. Mi fa ricordare dei miei nonni e mi tocca profondamente il cuore, perché penso a quelle radici e a quelle tradizioni di italianità che stiamo dimenticando o addirittura calpestando. Domenica...