Diego Nota: quel tributo all’indistruttibile Fantozzi

«Sin da piccolo ho guardato i suoi film. Crescendo ho sempre tratto dalla sua opera nuovi significati, fino a quello per me più importante: l'indistruttibilità dei personaggi, specie quella di Fantozzi. Anche i personaggi delle mie sei canzoni hanno questa particolarità, scompaiono dalla vista...

Michele Anelli, l’insostenibile leggerezza della felicità

«Siamo circondati da continue notizie dure da assimilare e diventa difficile trovare il tempo per essere leggeri. Divertente Importante vuole proprio esprimere la difficoltà che oggi abbiamo a essere felici, come se fosse una colpa o un lavoro», dice Michele Anelli del suo ultimo...

Mia Martini, che ha inventato il “per sempre”

Sarà che questo mondo ha rovinato tutti i sogni miei. Se non avessi te, che sei innocente, giuro me ne andrei ed oltre il mondo volerei per non tornare, credimi, sola. Per sentirmi libera, finalmente libera, sola io con la mia anima. Ma chi...

Simone da Pra, l’alieno tra gli umani

«Passerà è cadere 100 volte e rialzarsi 101» dice Simone Da Pra del suo nuovo singolo, prodotto da Big Fish e Marco Zangirolami e distribuito da Believe Digital. E’ un brano con un testo forte e diretto, che invita a non perdere mai le...

Quando “trasportarono” l’opera sugli organi delle nostre chiese

Abbiamo già trattato del rapporto tra musica sacra e melodramma nell’Ottocento italiano. Tutta la musica “liturgica” (le virgolette sono d’obbligo) italiana fu musica melodrammatica: l’opera, infatti, venne “trasportata” sugli organi delle nostre chiese, che venivano addirittura costruiti il più possibile conformi alle sonorità orchestrali,...

La sana follia del rock psichiatrico dei Jaspers

Colorata, divertente, eterogenea. Sono gli aggettivi che per i Jaspers si addicono meglio alla loro musica. La band ufficiale di Quelli che il calcio è formata da Fabrizio Bertol, Eros Pistoia, Giuseppe Ferdinando Zito, Joere Olivo, Erik Donatini, Francesco Sgarbi. I sei si sono...

Eloisa Atti, derivazioni jazz che sanno di legno e polvere

Un disco di americana che mescola country, folk, blues, deviazioni jazz odoranti legno e polvere incontrando un'intenzione melodica di casa nostra. E' Edges (Cose Sonore / Alman Music / Strade Blu Factory con distribuzione Self), l'album con cui la bolognese Eloisa Atti, un’infanzia nel...

Veronal: “Cinema noir e alt pop nel mio shaker per un drink tutto nuovo”

«Mi sento vicino alla conclusione di un primo ciclo, nel quale non ho fatto altro che mettere esperienze all’interno del mio shaker, come ingredienti per un drink tutto nuovo». L’allusione ai cocktail non è casuale per Gianluca Veronal, il cantautore che all’occorrenza si trasforma...

Andrea Luchesi, o il requiem di corte

Non è propriamente un Requiem (né per struttura, né per ispirazione) quello di Andrea Luchesi (1741-1801), compositore italiano ignorato fino a pochi anni fa e attivo a Bonn come successore del nonno di Beethoven a maestro di cappella del principe Maximilian Friedrich, da poco...

Gabriele Hintermann: chi ha paura delle “StriScie Chimiche”?

Gabriele Hintermann, StriScie Chimiche
«Era un periodo nel quale osservavo spesso il cielo e notavo come in alcuni giorni le scie degli aeroplani erano più numerose e che, successivamente, queste ultime si allargavano formando una sorte di nube più grande che sembrava fatta di fumo» dice Gabriele Hintermann....

Quei sogni che è bene non lasciar andare via

Eleonora Betti, Angela Lonardo
«È un album che nasce dal desiderio di fissare e chiudere un periodo di scrittura abbastanza lungo e di proporre la mia musica ad un pubblico più vasto». Eleonora Betti parla di Il divieto di sbagliare (RadiciMusic Records), il suo disco d'esordio, un viaggio,...

Alessandra Nicita, canzoni che scavano nell’anima

Alessandra Nicita, Ferruccio Tuozzo, Luca Guardabascio, Francesco Baccini, stefano Bini
Davvero strana la storia di Alessandra Nicita. Nonostante abbia una professionale alle spalle come psicologa e psicoterapeuta, la ragazza salentina ma bolognese d’adozione continua la sua carriera artistica con una velocità e naturalezza invidiabile, scegliendo progetti forti e non poco sensibili. A quasi un anno...

Mino De Santis, quel canto libero che profuma di lavoro, terra e mare

Un uomo libero, verace, un cantastorie unico. Paragonarlo e accostarlo musicalmente ad altri grandi cantautori, che come lui hanno viaggiato tra le parole semplici varcando la soglia del tempo e dello spazio con lo stesso spirito con cui lo fa lui, è un torto...

Max Fuschetto, musica còlta per la poesia dell’infanzia

Sedici brani dedicati a quella che Ravel definì “la poesia dell'infanzia”. Li ha scritti e raccolti il compositore e oboista campano Max Fuschetto nel suo nuovo album Mother Moonlight (Italian World Beat), affidandoli al piano del giovane Enzo Oliva. «Potrei dire che questo lavoro...

Come è concreto l’onirico avant-pop di Tenedle

Angela Lonardo, Tenedle, Dimitri Niccolai, Premio Ciampi, avant-pop
In Italia si considera un alieno. Ma poi Tenedle, al secolo Dimitri Niccolai, chiarisce: «Si potrebbe dire anche il contrario: sono alieni la maggior parte degli italiani, a mio modo di vedere. La ricerca di un linguaggio più “alto”, differente, la poesia, mi rendono...

Claudia Cantisani, mood swingante per tipi goliardici

Angela Lonardo, Fausto Mesolella, festival di Sanremo, festival di Castrocaro, Claudia Cantisani, swing, jazz
«Una voce così non si sentiva dai tempi di Caterina Valente e di Mina». Sergio Caputo lo dice di Claudia Cantisani, la vocalist e compositrice laziale di nascita ma lucana d’adozione che ha pubblicato di recente l'album Non inizia bene neanche questo weekend (La...