Frank Paradisi, dipingere contromano con leggerezza

0

Siamo soliti pensare alle opere pittoriche a olio o ad acrilico, ma vi sono artisti che, raggiungendo alti livelli, fanno utilizzo di altre tecniche andando controcorrente rispetto alle tecniche a olio o acrilico. Uno di questi è il livornese Frank Paradisi, specialista nella pittura ad acquerello. Focalizzandosi su scorci naturali e cittadini, l’artista dà luogo a cromie delicate e “leggere”, nel senso calviniano del termine, creando dimensioni allo stesso tempo rilassate e contemplative, con forte attenzione al dettaglio e al movimento, tanto è vero che questi lavori, che si tratti di porti, vie o paesaggi campestri, non peccano mai di staticità, connotati da quella essenza ondulante del divenire.

Nato nella città simbolo dell’impressione italiana, Paradisi, che è stato allievo del Maestro Marc Sardelli, ha esposto in importanti spazi, come nella Galleria Pentart di Roma. Nel 2016 l’Accademia Internazionale d’Arte Moderna di Roma gli ha conferito il primo premio del trofeo internazionale Medusa Aurea. Da metà ottobre 2019 l’acquerellista collabora come pittore permanente con la PassepARTout Unconventional Gallery di Elena Ferrari e dieci sue opere sono visibili all’interno della struttura alberghiera Unahotels Expo Fiera Milano.