Dai Futuristi alla Guerritore Norcia torna in scena

0
Ph Sheila Bandini Creative Commons

Riparte la stagione del teatro al Centro di Valorizzazione di Norcia che, in collaborazione con il Teatro Stabile dell’Umbria, annuncia le nuove date per la stagione 2019/20 all’attenzione della scena italiana ed europea.

Norcia poco a poco rinasce nella cultura dopo il dramma del terremoto e lo scandalo dei sigilli apposti al Centro Boeri accorso poco più di un anno fa.

Ad aprire la stagione domenica 19 gennaio sarà 1919 Fiume, Città di arte, di vita di Leonardo Petrillo: spettacolo con Edoardo Sylos Labini nei panni del poeta-soldato Gabriele d’Annunzio, affiancato dalla cantante Mariangela Robustelli, che guidò all’Impresa fiumana i giovani rivoluzionari d’Europa. A seguire, per la regia di Gennadi N. Bogdanov, andrà in scena A due passi, il racconto ispirato dagli artisti futuristi di una coppia di attori durante la loro ultima rappresentazione. Successivamente in scena andrà Monica Guerritore con il suo viaggio Dall’inferno all’infinito, mentre il penultimo appuntamento della rassegna vedrà impegnata Simona Marchini in uno speciale omaggio a Giuseppe Verdi con Croce e delizia signora mia. Per concludere la rassegna invece, Marco Bocci si esibirà in Rosso: reading intimo e poetico (da un testo di Sara Bocciolini), che si dipana tra i pensieri di un uomo appena diventato padre.