Avete presente il sogno americano? Lasciate perdere…

3
Ph Mary Lou - Flickr

Avete presente il sogno americano? Lasciate perdere e immaginate il viaggio di Edoardo Cigolini nell’America profonda che va dalla Virginia al Tennessee, dall’Alabama alla Giorgia passando per la Carolina del Nord e del Sud sino all’Illinois.

Un viaggio unico e denso di emozioni provando a conoscere il popolo del Nord America senza la narrazione raccontata dai film di Hollywood, lontani dalla luce dei riflettori e dei media e soprattutto lontani e in antitesi ai salotti “buoni” delle grandi metropoli U.S.A.

Ecco allora una nazione lontana da quanto ci viene raccontata. Il viaggio è stata occasione di un reportage per la rubrica Gli Occhi della Guerra, che su il Giornale racconta retroscena complicati e inediti sui diversi quotidiani nazionali.

Un reportage che oggi è un libro (America profonda. Alt-Right, tensioni razziali, disagio sociale. Racconto di un Paese diviso, Eclettica, collana Lavorincorso, 2018, 136 pagine, € 13), un testo in cui l’autore spiega come ha toccato con mano la realtà degli Stati Uniti intervistando esponenti della cosiddetta Alt-Right, la nuova destra “alternativa” a stelle e strisce passando poi a minatori, professionisti e studenti come a figure di primo piano della comunità Italo americana.

 "America profonda", il libro di Edoardo Cigolini

Quanto emerge dal racconto di Edoardo Cigolini è molto diverso da quello che ci viene raccontato; una nazione afflitta da contraddizioni sempre maggiori dove si respira un declino molto presente e facilmente verificabile dai dati, declino che come in attraversa la vita politica, sociale e ideale.

Infatti gli Stati Uniti vivono una situazione dove aumenta l’estremizzazione della contrapposizione ideologica, vi è un forte aumento di persone in stato di povertà come un costante crescere dell’utilizzo di droghe. La più grande potenza mondiale è realmente in crisi e la presentazione dell’autore è drammatica, un paese in forte difficoltà che vede i pro Trump contro i liberal, identitari contro antifascisti, popolo contro elite, ricchi contro poveri e, soprattutto, lavoratori che si oppongono con tutte le loro forze agli speculatori.

Il modello americano sta fallendo, il sogno è finito, il degrado interno e le tensioni sociali potrebbero farlo implodere molto presto: almeno questo è quanto ci racconta Edoardo Cigolini.

ADERISCI A CULTURAIDENTITA’: TESSERATI ANCHE TU!

3 Commenti

  1. faccio da circa 10 anni il pendolare tra l italia e l arizona phoenix ho acquistato 2 case le ho rivendute con la mia compagna con doppio passaporto lei h a conseguito la professione di infermiera professionale vivo attualmente in affitto ho sposato la mia compagna vivo nel contesto sociale di phoenix e tutto questo disastro di fabrizio non so proprio dove lo ha visto

  2. io vivo in Usa da 30 anni e tutte queste cose non le ho mai viste ne percepite solo so solamente che qui pago 28% di tasse contro il 60% dell’Italia, la benzina la pago 0,50 cent al litro e non 2 euro, qui NON abbiamo invasione di islamici come in Italia e qui, la sicurezza e’ di prim’ordine, lascio la casa e la macchina aperta sempre e in trenta anni NON ho mai subito un furto!!!!autostrade quasi tutte gratuite, parcheggi quasi tutti gratuiti, la sera posso uscire e passeggiare senza paura come in Italia vero?? ma su una cosa vi do ragione: NON VENITE QUI A ROMPERE I COGLIONI non abbiamo bisogno di sinistroidi che fanno confusione e mettonio in pericolo tutto e tutti!! CAPITO NON VENITE IN USA Please!!restatevene nel vostro brodo sinistroide! ahahahahah

  3. praticamente viene descritta un’opinione personale come se fosse un dato di fatto, giusto?

Comments are closed.