7ettanta6ei Gallery, “Memorie e valori” di un’arte popolare

0
228
Instagram Emanuele Beluffi

Lo avevamo visto a Palazzo Medici Riccardi a Firenze e poi al Museo Palazzo della Penna di Perugia. Lui è Ciro Palumbo (Zurigo, 1956; vive e lavora a Torino) e dal 13 giugno lo potremo vedere, a Milano, con la mostra Rinascenza negli spazi di 7ettanta6ei Gallery di Alessandro Erra: dieci opere e due sculture più la presentazione del catalogo comprendente tutto il ciclo fin qui realizzato da Ciro Palumbo, da Firenze a Perugia.

Ma questo è anche il cinquecentenario della morte di Leonardo da Vinci ed ecco dunque che Alessandro Erra, gallerista e messaggero di cultura, in collaborazione con Debora Santagata, promuove per l’occasione una grande operazione culturale: Memorie e valori, affidandola a Ciro Palumbo per l’aspetto artistico e ad Antonio Casale, Maurizio Amabile, Giulio Raddi, Antonio Concilio, Remo Servidio e Giovanni Greco per il coordinamento.

L’obiettivo? La diffusione in tutta Italia del lascito leonardesco attraverso la produzione, in tiratura limitata, di multipli serigrafici di soggetti liberamente ispirati a opere iconiche come L’Annunciazione e L’ultima cena.

Alessandro Erra, in collaborazione con Debora Santagata, promuove l'operazione culturale "Memorie e valori" con l'artista Ciro Palumbo

Perché l’arte non è solo “cosa da ricchi”: Alessandro Erra vuole infatti portare la cultura anche nelle case delle persone “upper middle class”, che magari non hanno ancora sviluppato frequentazioni abituali con l’acquisto di opere d’arte e tuttavia non disdegnano affatto quel particolare tipo di oggetto che è l’oggetto d’arte.

Articolo precedenteCiao Franco. Ciao Maestro!
Articolo successivoFabio Ferrone Viola, dal prêt-à-porter alla pop art
Emanuele Beluffi
Milanese, dal 2008 cura mostre d'arte e scrive per i relativi cataloghi; nel 2009 inventa una rivista di critica d'arte (“Kritika”, con l’artista Mihailo Karanovic e il critico Stefano Mazzoni). Dal 2018 è responsabile di redazione a Il giornale OFF, spin off culturale del quotidiano il Giornale. Ha scritto di arte su magazine specializzati. Autore, con Flaminio Gualdoni, della monografia sull’artista Andrea Mariconti per conto della galleria milanese Federico Rui Arte Contemporanea (Skira editore, 2012). Nel 2016-17 collabora alla campagna elettorale di Stefano Parisi come coordinatore del Gruppo Cultura di Energie PER l'Italia, organizzando la parte culturale del programma politico. È stato promotore editoriale (editrice Mursia), archivista in Fondazione Biblioteca di via Senato e Biblioteca d'Arte del Castello Sforzesco, agente editoriale (Librimport, libri illustrati d’importazione) entrando in contatto con svariate agenzie di comunicazione come Armando Testa, Lowe Pirella, Ogilvy, Leo Burnett et cetera e redattore in un'agenzia di pubblicità specializzata.