Nunzia De Girolamo e quel convegno “di sinistrissima” che fu galeotto..

0
45908
Nunzia De Girolamo:
Instagram nunzia.degirolamo

Sul numero 5 del mensile CulturaIdentità in edicola al prezzo di 1 euro, Nunzia De Girolamo, 43 anni, ex deputato di Forza Italia, già Ministro delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali del governo Letta e poi protagonista dell’ultima edizione di Ballando con le stelle, ci racconta nell’intervista di Edoardo Sylos Labini come e quando decise di entrare in politica (nel 2004 un caro amico di famiglia con cui condivise la campagna elettorale delle Europee, per le quali era candidato, non resse alla “cattiveria” della politica e si tolse la vita: “[…] Per me fu uno shock enorme. La prima reazione fu: “Se questa è la politica, che stia lontana da me”. In seguito tuttavia la sentii come una sfida della vita e pertanto cominciai ad occuparmi dei movimenti giovanili di Forza Italia“), elogia l’eleganza di Milena Vukotic (“La Vukotic è un esempio di eleganza per noi donne. Ha dimostrato come si possa arrivare a 84 anni accettando il corso della vita”) e rievoca quella promessa di Silvio Berlusconi quando la incontrò per la prima volta a Napoli (“Una notte Berlusconi mi chiamò e mi disse: “Se cade il Governo Prodi ti porto a Roma con me”. La presi come una promessa, che li mantenne : era il 2008“).

Nell’intervista nel mensile in edicola scoprirete non solo il segreto del successo di una giovane donna passata dalla politica allo spettacolo senza rimpianti e con lo sguardo sempre rivolto alla politica stessa, ma anche il segreto del successo del suo matrimonio con Francesco Boccia, che sta dall’altra parte della barricata politica (è un esponente di spicco del PD): il primo bacio, le tattiche per conquistarla e quel convegno “di sinistrissima” che alla fine fu galeotto (“Ero a un convegno di sinistrissima ed è stato un vero colpo di fulmine. Mi sono innamorata dei suoi occhi e del suo sorriso”). E infine un momento dedicato a suo padre (a Ballando con le stelle hanno ballato insieme) e ai ricordi di se stessa bambina (“[…] Trovava le parole per stimolarmi ad andare avanti, anche quando non condivideva le mie scelte. Posso dire di essere fortunata da questo punto di vista: la mia grande forza è la mia famiglia). (Redazione).

In edicola il numero 5 del mensile CulturaIdentità, a 1 euro

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

4 × 4 =