Malaparte, rock “fatto a mano” e maleducato

0
931
Malaparte, rock

Citazioni ed altri delitti è il terzo album della band salernitana Malaparte, capitanata da Carmine Ricciardi (voce e chitarra), fondatore nel  2004 di questo combo hard rock dalle sonorità americane ottantian/novantiane (la copertina dell’album è una citazione delle strisce infuocate della DeLorean di Ritorno al futuro) e caratterizzato da una spiccatissima personalità, che lo colloca ai vertici della produzione musicale italiana ahinoi ancora underground, non disdegnosa di fare album come una volta, altro che singoli dal successo effimero.

Malaparte, rock "fatto a mano" e maleducato

Malaparte sono musicisti di tutto rispetto: oltre al frontman Ricciardi la banda è formata da Giuseppe Diego Nocito (basso), Pasquale Tomasetta (batteria e percussioni), Carmine De Vita (keyboard, seaboard e backing vocals), Raffaele Maffei (chitarra ritmica e cori).

Citazioni ed altri delitti suona rock fatto a mano e maleducato, fra tracce graffianti e progressioni armoniche più morbide e in un caso addirittura orientaleggianti (Batha, la cui intro è affidata a un sitar verticale setto dilhruba).

Maschere è il brano di punta dell’album, accompagnato da un video che rappresenta inequivocabilmente quel mal di vivere che segnò il grande Chris Cornell dei Soundgarden e altri maledetti, di cui la canzone è in certo senso tributaria.

Articolo precedenteFrancesco De Angelis: “Ecco perché la radio è la mia vita…”
Articolo successivoMaria Grazia Giovanna Dell’Aere, lirismo in acquerello e tempera
Emanuele Beluffi
Milanese, dal 2008 cura mostre d'arte e scrive per i relativi cataloghi; nel 2009 inventa una rivista di critica d'arte (“Kritika”, con l’artista Mihailo Karanovic e il critico Stefano Mazzoni). Dal 2018 è responsabile di redazione a Il giornale OFF, spin off culturale del quotidiano il Giornale. Ha scritto di arte su magazine specializzati. Autore, con Flaminio Gualdoni, della monografia sull’artista Andrea Mariconti per conto della galleria milanese Federico Rui Arte Contemporanea (Skira editore, 2012). Nel 2016-17 collabora alla campagna elettorale di Stefano Parisi come coordinatore del Gruppo Cultura di Energie PER l'Italia, organizzando la parte culturale del programma politico. È stato promotore editoriale (editrice Mursia), archivista in Fondazione Biblioteca di via Senato e Biblioteca d'Arte del Castello Sforzesco, agente editoriale (Librimport, libri illustrati d’importazione) entrando in contatto con svariate agenzie di comunicazione come Armando Testa, Lowe Pirella, Ogilvy, Leo Burnett et cetera e redattore in un'agenzia di pubblicità specializzata.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

14 − 10 =