“Giudizio Universale”, show immersivo nella Roma michelangiolesca

0
1950
®LucaParisse

Un Venerdi in Bellezza, a Roma, un bel titolo per una proposta degna di interesse destinata ad arricchire l’offerta culturale della Capitale dal corrente mese di maggio sino alla fine di ottobre.

Si tratta di un’iniziativa che aggiunge, ogni venerdì, la visita serale, dalle 19 alle 23, dei Musei Vaticani e della Cappella Sistina allo spettacolo che è già in scena a Roma, all’Auditorium Conciliazione: Giudizio Universale. The Sistine Chapel Immersive Show.

Da un lato, lo spettacolo ideato da Marco Balich, primo spettacolo permanente in Italia – realizzato da Artainment Worldwide Shows con il patrocinio del Ministero dei Beni Culturali e del Comune di Roma e la consulenza scientifica dei Musei Vaticani –, e, dall’altro, a seguire, la visita di uno dei più famosi tesori artistici della Città del Vaticano: la Cappella Sistina (costruita tra il 1475 e il 1481, ai tempi del Papa Sisto IV, da cui prese il nome) con il suo Giudizio Universale, una delle opere michelangiolesche più celebrate, e i Musei Vaticani (voluti da Papa Giulio II nel XVI secolo) con una delle raccolte di opere d’arte più importanti al mondo.

Dallo show dunque all’arte. Main theme dello spettacolo il racconto della Roma michelangiolesca e la nascita di un capolavoro: dalla commissione, da parte del Pontefice Giulio II degli affreschi della volta della Cappella Sistina fino alla realizzazione, sotto il papato di Clemente VII del Giudizio Universale.

Il racconto si snoda attraverso un format unico capace di unire teatro, danza, proiezioni immersive, musica ed effetti speciali, a metà strada tra la divulgazione e lo spettacolo.

Tuttavia la visione dello show – della durata di 60 minuti con 8 repliche settimanali in italiano, con la possibilità di traduzione simultanea in cuffia in 9 lingue – non può prescindere dalla visita dell’originale!