Il giovane…Olden, amarcord rock degli anni 60

0
Il giovane...Olden, amarcord rock degli anni 60

Per il suo quinto disco, Olden, all’anagrafe Davide Sellari, ha messo insieme e rivisitato in chiave rock i brani degli anni Sessanta con cui è cresciuto.

L’album A60 nasce, in realtà, da un lavoro presentato durante il Premio Tenco dello scorso anno sotto forma di spettacolo.

Sono andato in studio cercando la giusta intenzione musicale, un suono che potesse “risvegliaredei pezzi forse un po’ dimenticati e che avrebbero potuto raccontare qualcosa di me, oltre che rappresentare in versione contemporanea un periodo così importante per la musica” spiega il cantautore.

Così Davide ha dato nuova vita a brani come Giovanni Telegrafista di Enzo Jannacci o Tutta mia la città rivisitata dalla Equipe 84 con testo di Mogol, ovvero quelle canzoni che più ha amato da bambino, ascoltate dall’autoradio della Ritmo di famiglia, in viaggio la domenica verso la casa dei nonni.

Innamorato di Luigi Tenco, al quale ha dedicato la sua tesi di laurea, Davide è cresciuto in Umbria, tra Spoleto e Perugia, ma da undici anni vive a Barcellona. Non fatica a raccontarsi: “Sono padre di una meraviglia di quattro anni, la mia splendida speranza, e se non fossi stato cantante avrei fatto il cuoco; ma di cibo “casareccio”, come piace a me, non certo uno chef d’alta cucina”.

Gli inediti, proprio grazie alle cover, arriveranno presto: “Credo che A60 mi aiuterà molto per i miei prossimi lavori, sento di aver scoperto cose nuove di me, del mio modo di cantare, di interpretare, di “pensare” la musica e le parole”.

Nel frattempo Olden è in tour e ad aprile sarà in Italia per quattro date speciali: all’Officina della Musica di Como, alla casa/studio del pittore Carlo Montana di Zibido San Giacomo (Milano), all’Isola Ritrovata di Alessandria ed infine alla Sede del Club Tenco per un concerto legato a “Musica Contro le Mafie”.