Malihini, musica a temperatura ambiente fra il Vulcano e il Galles

0
1309
Malihini, musica a temperatura ambiente - fra il Vulcano e il Galles

Il panorama musicale si arricchisce di un nuovo interessante progetto musicale, quello dei Malihini, che venerdì 8 marzo hanno pubblicano il loro primo album intitolato Hopefully, Again.

A discapito degli evidenti richiami esotici del nome (in hawaiano Mailihini significa “nuovi arrivati”), il duo è italiano ed è composto da Giampaolo Speziale e Federica Caiozzo. Il primo ha origini romane ed in passato ha lavorato come creatore di colonne sonore e attore, esperienza quest’ultima che condivide con la Caiozzo. Nata a Palermo, la ragazza, conosciuta con l’alias Thony, è considerata una delle più promettenti attrici della sua generazione. A dimostrarlo c’è la nomination al David di Donatello come miglior attrice protagonista per l’interpretazione in Tutti I Santi Giorni di Paolo Virzì.

Il nuovo disco esce per l’etichetta londinese Memphis Industries ed è stato realizzato a metà tra il calore dell’isola siciliana di Vulcano e l’austerità dello studio in Galles del produttore Richard Formby. I diversi scenari e le differenti temperature hanno condotto ad un prodotto vario e asciutto negli arrangiamenti, ma non per questo banale: “Abbiamo sempre voluto avere pochi strumenti, scriviamo usando solo una chitarra, una Casiotone, un synth giocattolo e una drum machine. Iniziamo con i loop, poi improvvisiamo le melodie e per almeno tre o quattro ore non riascoltiamo quello che abbiamo creato”, ha detto Speziale.

Si tratta di un concept album che in dieci tracce propone il dialogo intimo ed emotivo di una coppia. È una vera e propria terapia che dal singolo caso preso in esame, permette a chiunque, canzone dopo canzone, una facile identificazione. Nei brani c’è infatti la delusione e la rabbia, ma anche l’ottimismo e la voglia di evadere.


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

undici − sette =