Un Quartetto Particolare, popolare senza essere pop

0
1089

Un Quartetto Particolare (UQP), è un gruppo vocale composto da quattro ragazzi (al secolo Francesco Bossi, Marco Cusenza, Federico Pinardi Feletti, Giacomo Giannangeli), che affronta un repertorio musicale molto speciale: madrigali, canti alpini e canti popolari, repertorio inusuale  rispetto alle pratiche musicali dei loro coetanei -e anche non coetanei. 

Un Quartetto Particolare nasce nel 2014 come spin off di un coro e il battesimo del fuoco è La grande guerra di Mario al Teatro Manzoni di Milano, dove il gruppo canta a cappella i canti della tradizione alpina. I “fantastici quattro” strutturano i loro canti secondo lo schema corale classico: basso tenore, sopranista (falsetto acuto) contraltista (falsetto grave) se cantano musica antica, o a voci strette tenore tenore baritono e basso se cantano musica popolare.

Scordatevi quindi la musica pop: UQP guarda a generi come i Barbershop americani degli anni Venti – o, per restare in patria, il Quartetto Cetra. Per questo è popolare ma non è pop. Un Quartetto Particolare non ha ancora sfondato ma presto accadrà, perché oltre che bravi, i ragazzi conoscono la disciplina musicale

Sovente suonano in tonalità…strane e studiate, in modo che tutte le voci entrino in un range vocale complessivo fatto di incredibili progressioni armoniche. 

 

 

 

In un panorama musicale in cui gli adolescenti seguono la moda nichilista dei trapper questi quattro ventenni sono un piccolo gioiello da custodire…