Ivana Spagna: “La mia prima volta in quell’aeroporto…”

0
33195
Ivana Spagna:

Ha venduto dodici milioni di dischi in tutto il mondo. Ha partecipato a cinque festival di Sanremo. Ha scalato le classifiche musicali superando Michael Jackson e Madonna. Elton John ha scelto la sua voce per Il cerchio della vita nel film Il re Leone e i brani Call me e Easy Lady sono stati un successo internazionale. Nel 2019 uscirà il suo nuovo album. Lei è Ivana Spagna.

Come è iniziata la sua carriera musicale?

Ho fatto la classica gavetta. Con mio fratello e con il mio primo compagno avevamo un gruppo che si chiamava “Opera Madre”. Per dodici anni abbiamo suonato nelle discoteche, ricordo che ci pagavano talmente poco che il guadagno non era sufficiente nemmeno per pagare le cambiali del nostro furgone e per comprare gli strumenti. Abbiamo fatto tanti sacrifici per la musica. Mangiavamo uova e insalata tutta la settimana! Ma la passione ci faceva dimenticare le fatiche. Avevamo il fuoco sacro.

2018 e 2019: tante date e molta televisione. Mi racconta qualcosa?

Non ci credo ancora, dopo tanti anni continuo a fare questo lavoro. Il tour, le date…anche andare in televisione è una sorpresa, soprattutto dopo un’assenza discografica di molti anni. È un segnale molto bello che non mi sarei aspettata, perché in questo lavoro è fondamentale essere presenti sul mercato. Sono felice.

Leggi anche Ivana Spagna: “ho battuto Madonna e Michael Jackson!”

A giugno uscirà il nuovo Re Leone della Disney…

Non so però se cambieranno la colonna sonora. Di solito hanno sempre fatto tutte le riedizioni con le stesse canzoni. Ho visto le prime immagini del nuovo cartonIvana Spagna: "Quella passione che brucia come il fuoco"e e sembra veramente reale. È emozionante. Mi sono commossa, esattamente come tanti anni fa. Poi Il Re Leone mi tocca particolarmente perché amo gli animali.

È in uscita il suo nuovo album. Qualche curiosità?

È un periodo veramente fitto tra impegni, serate e studi di registrazione. Ho scritto molte canzoni e altre derivano da  autori di cui mi sono innamorata. Ci sono due brani particolarmente belli. Uno è di Chiaravalli e Zampaglione. L’altro è di Davide Ippolito e di Salvatore Blanda, della HJM Promotion, che ho conosciuto ed incontrato grazie ad Ugo Cerruti. Questi saranno due singoli dell’Album. I sacrifici della produzione e della post produzione dell’album vengono ripagati dall’uscita delle canzoni. È il bello della musica. Quando sono sul palco, mi sento in un’altra dimensione…è difficile da spiegare.

Mi racconta un episodio off della sua vita?

Un momento decisamente Off l’ho vissuto a Londra per la promozione di Call Me, che era già un successo in quasi tutta l’Europa. Arrivata in aeroporto, vidi ad attendermi un’automobile “sgarrupata”. Per la vergogna scesi dalla macchina qualche metro prima di arrivare all’hotel, dove c’era una discreta folla ad attendermi. La seconda volta, sempre a Londra (intanto Call Me era arrivata al numero due in classifica), mi aspettavo la solita automobile scassata ad attendermi all’aeroporto, invece c’erano due limousine, una per me l’altra per Prince. A quel punto mi dissi che il disco stava davvero funzionando.