“Mio figlio è morto aspettandoti, smettila di postare foto da idiota”

0
3074

Abbasta verrebbe da dire strizzando l’occhiolino a un personaggio di Carlo Verdone. E basta veramente. Se non fosse una tragedia ci andremmo giù piatti.

Una madre scrive sulla pagina Fb Giustizia per le vittime della Lanterna Azzurra: “Tu e i tuoi collaboratori imparate a non giocare con i sogni dei ragazzini che, pur avendo pagato, sono stati presi in giro e sono morti nell’attesa che tu arrivassi”.

Il destinatario del messaggio? Lui, il tatuato, la creatura dalla dentatura alla Alien, l’uomo canterino dalla zazzera catarifrangente, lui, Sfera Ebbasta.

Lo sfogo pubblico e condiviso via social è di Donatella Magagnini, madre di Daniele Pongetti, morto a 16 anni, insieme ad altri quattro ragazzini e ad una donna di 39 anni, madre di 4 figli, alla Lanterna azzurra, la tragedia della discoteca con nove persone indagate più un minorenne, mentre la Procura di Ancona intende ascoltare Sfera Ebbasta.

Cresce la rabbia di chi ha perso quanto di più prezioso avesse al mondo, mentre il mondo social va avanti, ma “the show (DOESN’t) go on”, perché “dovresti smetterla di postare foto da idiota con il tuo ‘pacco’… Ricordati che il regalo più grande te lo sei fatto portandoti sulla tua coscienza sei morti”: così prosegue il messaggio pubblico di Donatella Magagnini rivolto al trapper, perché “Se davvero eri così addolorato e colpito dell’accaduto io al tuo posto, se è vero che stavi arrivando alla Lanterna, sarei venuto a verificare sul posto a vedere che era successo”.

La donna scrive infatti che il trapper si era fatto vivo con lei a molti giorni dalla tragedia, inviandole una lettera privata scritta e firmata in cui si dichiarava molto provato, per poi pubblicare la stessa lettera sui social, ricordando le date dei concerti.

Caro Sfera Ebbasta, non basta tatuarsi 4 stelline per sentirsi vicini ai parenti delle vittime. E magari “evita di postare foto da idiota con il tuo “PACCO”…”

Ci piace chiuderlo così questo articolo, con le ultime parole della madre di un ragazzo morto a 16 anni mentre aspettava la sua star.

LEGGI ANCHE: Lo spray urticante come i sassi dal cavalcavia