Il volto sinistro dei grillini

0
36

La sinistra sta sparendo, la destra si trasforma, ma tre le due c’è una differenza che ha caratterizzato tutta la storia politica: la cultura. Le destra deve riappropriarsi di questa cultura perché la cultura è di sinistra, è sempre stata di sinistra. Questo è il momento giusto per rincorrerla con altre formazioni politiche anche se la sua matrice si trasforma con difficoltà, un lavoro difficile ma non impossibile per la destra.

Ecco perché, come specie in via di estinzione, cerca di trasformarsi, di evolversi, “la cultura cambia verso” come direbbe il Pd Renziano. Alla ricerca di nuove forme di diffusione, la cultura fiuta l’identità della politica, diffida le nuove formazioni, sembra privilegiare sempre chi proviene dalla sinistra anche se questa volta si aprono degli spiragli per la destra, a cavallo tra un movimento e un partito.

Se osservate le persone scelte per rappresentare l’area dei 5 Stelle nella società troverete sempre professionisti legati a quella sinistra che è evaporata. Sembra una storia già scritta, sta accadendo ancora una volta, come sempre è stato, oggi le idee stanno ai 5 Stelle come prima stavano alla sinistra che le ha perse per strada. Oggi le persone che custodiscono le idee sono gli eredi della sinistra che sta all’opposizione di questo governo con qualche eccezione per la Lega e FDI che si tengono a debita distanza con uomini e progetti.

Forse è proprio la Lega che garantisce alla maggioranza l’area di centrodestra, proprio perché il Movimento 5 Stelle risucchia più figure alle formazioni di sinistra come Pd e Rifondazione Comunista, piuttosto che a quelle della vecchia Casa della libertà ex AN e Forza Italia. Le nomine negli apparati pubblici sono chiare e svelano questo quadro di insieme che riserva un taglio tutto di sinistra agli uomini e alla cultura.

Per i 5 Stelle questo è un peccato originale che fa perdere consensi e avvantaggia senza sconti la Lega, il travaso per un Movimento che vuole essere equidistante da destra e sinistra è solo questione e di tempo, presto molti si accorgeranno che quei valori non rappresentano tutti e che tra i grillini sono privilegiate le provenienze da sinistra a discapito della destra. Per i 5 Stelle la soluzione culturale è cercare di coinvolgere nel processo la sua area di destra, quella politica, evitare la fuga in massa verso la Lega. Una occasione da non perdere per una cultura e una identità fuori dalle omologazioni sinistre.