“Il risveglio di Zarathustra”, un tributo letterario al filosofo danzante

0
224
Caspar David Friedrich, Il viandante sul mare di nebbia, circa 1817, olio su tela, Hamburger Kunsthalle, Caspar David Friedrich – Public domain

Il pensiero del filosofo che stimava in modo assoluto l’intellettuale Jacob Burckhardt è stato presentato in modi differenti e soprattutto contraddittori.

Probabilmente nessuno prima d’ora ha proposto una nuova metodologia per raccontare il pensiero e la forza delle idee di Friedrich Wilhelm Nietzsche, la sua visione nichilista come l’esaltazione della volontà e del superamento della morale.

Ma non solo, il giovane autore Emanuele Savassi si spinge oltre e per le edizioni Mimesis pubblica il suo Il risveglio di Zarathustra in forma letteraria.

Forse è la prima volta in assoluto che il pensiero di Nietzsche, che ebbe un’influenza controversa, ma indiscutibile, sul pensiero filosofico, letterario, politico e scientifico per tutto il Novecento, viene presentato in una forma letteraria.

Un lavoro eccelso, innovativo e originale. L’autore “…recupera, dei temi classici in chiave moderna, una visione del mondo che attinge dai grandi autori della filosofia e della letteratura“.

Il testo viene presentato da una introduzione di Diego Fusaro e una post fazione di Riccardo Campa.

Il testo, già importante per il lavoro svolto, può essere anche interpretato come la fine del ciclo dei “racconti Metafisici” di Emanuele Savassi.