Nicolai Lilin e Alexey Morosov: Outsiders, avanguardia artistica tra Russa e Italia

0
La Rondine di Puccini mette le ali al nuovo movimento artistico

La Rondine di Puccini mette le ali al nuovo movimento artistico "Outsiders"Quando nel cuore della Toscana, culla del Rinascimento italiano, si incontrano lo scrittore Nicolai Lilin, reso celebre dal romanzo Educazione Siberiana, e lo scultore-pittore Alexey Morosov, habitué con le sue opere nelle esposizioni del Museo di Arte Moderna di Mosca, non può che nascere un grande progetto artistico: ecco La Rondine, installazione multimediale che unisce oltre venti quadri, sculture, disegni, video con il libretto teatrale ispirato all’opera di Giacomo Puccini e al Gabbiano di Anton Chekov, sulle note del compositore e musicista lucchese Federico De Robertis.

L’iniziativa allinea in maniera sinergica discipline artistiche diverse, trasformando lo spazio in contesto espressivo-narrativo, sviluppando un’analisi metalinguistica di “teatro nel teatro” con la donna come motore del processo narrativo, nella sua metamorfosi da essere umano ad eroina ed, infine, a semidio.La Rondine di Puccini mette le ali al nuovo movimento artistico "Outsiders"

Nella reinterpretazione contemporanea della protagonista femminile, Lilin evoca le ambientazioni nordiche delle saghe vichinghe, con un riferimento anche al ricordo dei gulag sovietici, dove milioni di donne hanno vissuto il loro doloroso percorso di “rondini” dalla pietà al coraggio: l’azione si trasferisce dalle Parigi e Nizza del Secondo Impero, rappresentate nel libretto originale scritto da Giuseppe Adami per Puccini, alla Norvegia del IX e X secolo. Questa scelta ha un valore simbolico perché da qui i Normanni partirono alla conquista dell’Europa, unendo il loro sangue guerriero a quello di tutte le principali dinastie e fornendo un contributo decisivo alla nostra cultura e identità.

Il progetto, che sarà ospitato nel Palazzo delle Esposizioni della Fondazione Banca del Monte di Lucca dal 1 dicembre al 6 gennaio, inaugura il movimento di avanguardia artistica Outsiders, fondato da Morosov e Lilin sulla reciproca contaminazione tra cultura russa e italiana, tra il retaggio della tradizione figurativa classica e suggestioni postmoderne. La Rondine è, infatti, solo un prologo dell’Opera Nordica che proseguirà, come un racconto in serie, in altri sedi italiane ed estere.

A sostenere l’iniziativa, accanto al patrocinio della Regione Toscana e dell’Istituto Italiano di Cultura di Mosca, collaborano la Fondazione Russkiy Mir, il Consolato onorario russo di Pisa e anche Eurasiart, la performance culturale che ha recentemente debuttato a Palazzo Reale a Milano con pittori, fumettisti, scultori, videomaker ispirati al filosofo Alexandr Dugin: tutte sinergie che testimoniano il vento di fermento culturale che soffia sempre più impetuoso da Est.La Rondine di Puccini mette le ali al nuovo movimento artistico "Outsiders"