La Ballata dei Sassi, il viaggio sentimentale di Carlos Solito

0
La ballata dei sassi

La ballata dei sassiDue destini attratti dal paesaggio della città di Matera, capitale europea della cultura 2019. Un incontro di anime in un duplice viaggio in cui si rimane incantati dalla bellezza e dove i protagonisti di bellezza vogliono vivere. Arte e sacro, profano e ancestrale fanno da cornice a La Ballata dei Sassi, edizione Sperling & Kupfer, ultima opera letteraria dell’autore, fotografo e regista di Grottaglie Carlos Solito che, come nei precedenti lavori, da contemporaneo cantastorie, accompagna il lettore in un tour magico, questa volta nella natura lucana, dopo aver raccontato in un road trip emozionante e avventuroso il Salento ne Sciamenescià.

Nel libro torna a rivivere la Gagliano di Cristo si è fermato a Eboli del romanzo autobiografico scritto da Carlo Levi. Ettore è fuggito dal Sud e ha conquistato Milano con una carriera di successo facendo della sua professione l’unica ragione di vita. I sogni nel cassetto, la voglia di riuscire e sfidare il mondo con il suo talento e quella rabbia in corpo inespressa sono stati il motore che lo hanno spinto ad abbandonare tutto migrando verso la metropoli del Nord. Ma una volta conquistata la notorietà e raggiunti i suoi obiettivi lavorativi tutto questo per il protagonista sembra non avere più senso. Ha bisogno di ritornare alle origini, nel luogo dal quale era partito perché la paura gli ha aperto gli occhi e il bisogno di rinascere di nuovo si è acceso in lui. La Murgia,  il vento e i sapori di un tempo e la macchina da scrivere che gli aveva regalato suo nonno “Il Grigio” diventano la sola via di fuga per ricordare quella saggezza fatta di silenzi e riscoprire se stesso in una lunga notte di luna piena che illumina Matera e la case costruite sul tufo come in un piccolo presepe permanente.

Maria con le parole ci lavora, le mescola sapientemente. Trova sempre il modo per raccontare, narrare, incuriosire il lettore. Ma ha il rammarico di non aver saputo esprimere i suoi sentimenti al momento giusto, quando quegli occhi in un incontro inaspettato le parlavano d’amore, ma lei è scappata senza riuscire a mettere a nudo il suo cuore. E forse di non aver saputo leggere gli occhi dell’altro. Nella ballata letteraria di solito il faro della speranza riaccende il desiderio di Maria che è sempre alla ricerca di nuove storie da scrivere e pubblicare. Sarà lei a ritrovare altre poesie lasciate in un bar da un poeta misterioso.

Quasi una traccia da seguire, in una continua caccia al tesoro fatta di pathos e in cui ci sarà il modo di rincontrare l’amore perduto. E Maria, adesso, non ha alcuna intenzione di far spegnere la scintilla che ha dentro, diventando la lettrice della sua vita. Vivendo e scrivendo da autrice la fiaba che aspettava da tempo.