All’Off Off Theatre in scena “La Confessione di un prete gay”

0
118
off off 3

off off 3La psicologia umana di nuovo protagonista all’Off Off Theatre di Roma con il primo spettacolo italiano che racconta la condizione di un sacerdote omosessuale.

Dal 23 al 28 ottobre, diretto e interpretato da Alfredo Traversa, la pièce La Confessione.

Un prete gay racconta la sua storia, adattamento del romanzo di Marco Politi, sarà in scena al teatro di via Giulia. La Capitale accoglie sul palcoscenico off capitolino un nuovo esperimento teatrale che sviscera il lato nascosto di chi ha accettato la vocazione come un compromesso per fuggire dalla realtà e nascondersi, confrontandosi con la filosofia della spiritualità ma anche con la Città Eterna, meta di culto per eccellenza tra sacro e profano.

Non è stato facile arrivare sino a questo punto. Sentire l’urgenza di portare un corpo in scena per vedere le sue piaghe. Per condividerne la contraddizionespiega l’interprete Alfredo Traversa ho cercato lo scrittore e giornalista Marco Politi per anni, volevo comprendere quello che lo scrittore Vincenzo Cerami aveva già scritto sul conto del sacerdote nella prefazione al libro di Politi (E’ il viaggio di un’anima alta, messa a dura prova da un destino difficile. Chi parla è una persona speciale, vera e vivente. La sua voce è di un uomo disarmante e sincero fin quasi alla spudoratezza, ma ferma nel suo desiderio di assoluzione e di vita). C’è amore c’è odio, c’è insicurezza, c’è distruzione, c’è salvezza, c’è conforto, c’è silenzio. C’è tutto il mondo nell’anima del nostro sconosciuto e se ci fosse una via d’uscita non ci sarebbe la Vita, non ci sarebbe il Teatro.off off 1

Nella drammaturgia, attenta e introspettiva, la storia e la vita di un prete che diventa lo specchio per il testo narrativo nel racconto dell’autore. Dal sacerdozio, dopo l’entrata in seminario, alle saune, i conflitti di identità senza maschere in cui si mostra così com’è al pubblico che diventa il confessore senza filtri della sua esistenza e che senza pregiudizi assolverà quello che per molti ovattati dal bigottismo è un peccato o una malattia. Poi la sospensione dall’ordine religioso e la scomunica, i desideri carnali in un calvario in cui anima e corpo si confondono sulle strade di Roma.

Inoltre, all’Off Off Theatre il 24 ottobre, alle ore 18.30, è in programma un talk show in cui la leader del movimento Lgbt Imma Battaglia si confronterà con Mario Bonfanti, sacerdote, che è stato costretto dalle gerarchie vaticane a lasciare il suo impegno di parroco, e lo scrittore e giornalista Mario Politi su una tematica di assoluta attualità e che rimbomba nella Chiesa cattolica: la lettera con cui dagli Usa l’ex nunzio Monsignor Carlo Viganò accusa Papa Francesco di tollerare una rete gay tra le mura vaticane confondendo il tema con la questione degli abusi e della pedofilia.