La misteriosa sensualità delle donne di Michele D’Avenia

0
291

Come si sa, il soggetto femminile ha da sempre attirato l’interesse dell’artista, che ancora oggi spesso e volentieri fa della donna la protagonista dei suoi dipinti, mettendone in risalto quella caratteristica che purtroppo con gli ultimi cambiamenti della società ha un po’ perso: la sua femminilità appunto e la sua sensualità.

Uno degli artisti che ancora si sente molto vicino a questo è Michele D’Avenia, pittore di Messina classe 1964, che attraverso i suoi dipinti, normalmente di grandi dimensioni, mette in risalto il fascino tentatore della figura femminile, facendolo senza scadere nel banale.

Quello che interessa a D’Avenia è il mistero. Questi soggetti infatti non sono mai ripresi nella piena nudità, casomai nell’atto di denudarsi o mentre compiono azioni quotidiane. Le “sue” donne – che l’artista riprende dalvivo – non sono in posa e si comportano come se non sapessero della presenza del pittore ed è per questo che i loro movimenti risultano liberi – è proprio il loro essere libere a donargli sensualità.

Talvolta D’Avenia dipinge donne nell’atto di sedurre e sicure della loro bellezza, mostrandocele seminude e lasciando sempre dubbio sulla gestualità espressa: stanno per mettersi sotto la doccia, si stanno preparando a un appuntamento galante oppure si stanno rivestendo/svestendo prima o dopo avere consumato l’atto? Altre volte queste donne sono pensierose e melanconiche; sedute su di una poltrona riflessive o addirittura distese a terra disperate.

La misteriosa sensualità delle donne di Michele D'Avenia

L’artista quindi riesce a parlarci delle diverse sfumature femminili, sia di quelle positive che negative, lasciando come detto sempre quell’ombra, quel segreto che invade le figure, che si ripercuote nello spettatore, che può farsi solo un’idea della composizione, senza estrarne il concetto totale. La cosa certa è che “donna” per D’avenia è sinonimo di bellezza e di eros, visto che in qualunque posizione essa sia ripresa non si dimentica mai di esprimere quello charme tipicamente e giustamente a lei associato.

La misteriosa sensualità delle donne di Michele D'AveniaI lavori vengono realizzati dal pittore siciliano attraverso un’ottima capacità tecnica, la quale gli permette di delineare con precisione la figura, sempre inserita al centro della tela, prendendosi la maggior parte dello spazio, il resto del quale lasciato agli sfondi, di solito scuri, con tonalità che oscillano dal rosso intenso al nero.

Michele D’Avenia è quindi un artista per certi versi tradizionale, perché vicino alla figurazione femminile, ma trova originalità per il suo modo di trattarla, rendendola mai lineare e limpida, sempre segreta e misteriosa.