Se la Parietti sbeffeggia la legittima difesa

0
612
ilgiornale.it
La legittima difesa oltre lo share
CC0 License

Nel calderone televisivo, sempre più disperato per la mancanza di telespettatori, assistiamo a un cliché trito e ritrito, dove si alternano gli stessi opinionisti ormai pietrificati nei loro ruoli dove tutto è il contrario di tutto.

Così nel programma W L’Italia di Gerardo Greco si parla di Riace e di porto d’armi, di donne con la pistola e spray al peperoncino, che non possono sostituire la realtà fatta di storie di abusi, di dolore, di morte e di interminabili processi, dove chi dovrebbe essere tutelato si ritrova solo contro tutti.

Come Federica Pagani Raccagni, la vedova di Pietro, il macellaio di Pontoglio ucciso da quattro albanesi che si erano introdotti di notte nella loro casa. Ancora una volta Federica, per quella volontà di gridare al mondo intero l’ingiustizia subita, ha sopportato il sorrisetto plastificato e ormai senza espressione, di chi quel dolore e quell’ingiustizia non sa neanche che odore abbia. Federica lo ripeterà sempre, come un mantra, come fosse una parola magica che ti può riportare indietro nel tempo: «Se avessi avuto un’arma, se avessimo avuto una pistola, forse oggi non saremmo qui a piangere mio marito, il padre dei miei figli».

Federica è una donna forte perché, oltre al dolore che la vita le ha messo dinanzi, ha dovuto far fronte ai bisogni dei suoi figli, senza nessun aiuto, neanche da parte dello Stato.

Il rispetto della persona umana non può e non deve essere mai secondario rispetto allo share, i confronti devono essere fatti con persone di valore e spessore, che sappiano portare argomentazioni valide. Il dolore di Federica, così come quello di tanti altri che hanno vissuto una tragedia come la perdita di una persona cara, non può essere sottoposto al vaglio dei benpensanti.

ilgiornale.it

La legittima difesa è un tema molto serio, che va affrontato con grande delicatezza e intelligenza: non può essere strumento di chi vuole mettere in mostra la scioltezza della dialettica. «Perdita di umanità, senso della lealtà, della giustizia. Bisogna armarsi di buon senso perché la paura è un ottimo mezzo per generare forze di potere … politica del far west per alimentare la paura»: queste le opinioni di Alba Parietti, che si oppone alla possibilità di difendersi se entrano i rapinatori in casa, dimostrando la sua strana idea della legittima difesa, al punto tale che paradossalmente non si erge neanche come valido sostegno di chi la legittima difesa la osteggia.  

LEGGI ANCHE: Omicidio Raccagni: Stato inadempiente, i familiari devono essere risarciti