Federico Mollicone: “La circolare Gabrielli distrugge la cultura popolare”

0
157
CC0 Creative Commons
CC0 Creative Commons

«La circolare Gabrielli, emanata all’indomani degli incidenti in piazza San Carlo a Torino, è stata un grave errore perché ha messo in grossa difficoltà i sindaci e perché sta distruggendo la cultura popolare, con molte manifestazioni, da nord a sud, che sono state annullate o ridotte fortemente nella partecipazione».

Così, Federico Mollicone, deputato di Fratelli d’Italia e capogruppo in commissione Cultura a margine della conferenza stampa di Fratelli d’Italia sulla circolare Gabrielli.

«Bene ha fatto Giorgia Meloni – aggiunge Mollicone – ad appellarsi al ministro Salvini e a portare all’attenzione dei media le numerose difficoltà che sono costretti ad affrontare i sindaci di tutta Italia. I costi della sicurezza e dell’organizzazione della prevenzione anti incendio e medica devono tornare agli apparati dello Stato deputati a queste funzioni e pagati con le tasse dei contribuenti. È assurdo che in una circolare ministeriale si attribuiscano i compiti di safety e security (peraltro semanticamente identiche) a pro loco, comuni o comitati misti. Diverso è nel caso di organizzazione di grandi eventi profit come i grandi concerti. In questo caso – conclude il deputato di FDI – è giusto che gli organizzatori paghino i costi di sicurezza e organizzazione perché esiste un profitto pro capite sui partecipanti».