Risate terapeutiche in compagnia di Alessandro Baldi

0

«Non vedo l’ora che arrivi il 12 maggio. Dovessi fare sold out a Zelig, mi piacerebbe aggiungere una data come fa Jovanotti a San Siro: il problema è che il giorno dopo i miei amici sono tutti occupati!».

Barese di nascita e pugliese fino al midollo, Alessandro Baldi, per tutti Ale Baldi, si racconta con ironia durante la preparazione dello spettacolo del 12 maggio allo Zelig di viale Monza 140 a Milano, AleQualeShow: suddiviso in due tempi e ispirato al fortunato show omonimo approdato con grande successo sul web, nel corso delle dodici puntate ha visto sfilare ospiti d’eccezione come Demetrio Albertini, Mara Maionchi, Rocco Siffredi, Bruno Pizzul, Francesco Gabbani, Luca Ward, Giorgia Wurth, Guido Meda, Laura Barriales e Francesca Alotta (la cantautrice di Non Amarmi).

Due ore di sana ironia fra gag, battute, esilaranti monologhi ispirati alla vita di tutti i giorni e alcuni dei personaggi di Ale Baldi visti in tv, come il criminologo di Segreti e Spaventi, ancora impegnato a indagare sul caso di Anna Caccavone, “la signora che, in casa a vedere Barbara D’Urso, proprio non ci vuole stare”.

Arricchiranno la serata le sonorità pop e le atmosfere vintage di Stefano Signoroni & The MC, insieme a un nutrito numero di ospiti, come la preziosa presenza dell’amico di sempre Vincenzo Albano, comico pugliese e rivelazione della fortunata edizione di Zelig Event. Vedere uno spettacolo di Ale Baldi è terapeutico come un appuntamento dall’analista, per la sua capacità di farti ridere mostrandoti alcuni fatti della vita quotidiana che ci appartengono profondamente e che spesso sottovalutiamo .