“Terra Insubre”, da più di vent’anni in difesa della cultura lombarda

0
558

L’associazione culturale Terra Insubre, che prende il nome dall’Insubria, il territorio anticamente abitato dalla popolazione celtica degli Insubri, nasce a Varese nel 1996, iniziando da subito la pubblicazione dell’omonima rivista e sviluppando nel tempo collaborazioni di prestigio con istituzioni culturali, università e studiosi di fama internazionale.

Da oltre venti anni svolge un’intensa attività di ricerca storica e archeologica sui popoli celtici, germanici e alpini, che nel corso dei millenni hanno influenzato le genti e la storia della Lombardia, dell’area padano-alpina e del mondo mitteleuropeo.

Con cadenza trimestrale viene editata la rivista Terra insubre. Cultura del territorio e identità (ISSN:2283-5709), nella quale, a fianco delle indagini archeo-storiche e delle ricerche antropologiche e folkloriche, sono trattate tematiche di attualità come la preservazione dell’ambiente, le tradizioni e le lingue locali, la gastronomia e la musica. La rivista è giunta al n. 85 e si candida ad essere una delle più longeve e serie pubblicazioni di questo tipo in Italia.

Negli anni, numerosi sono stati gli studi che hanno dato vita a ulteriori pubblicazioni su temi specifici, ma si ricorda anche la grande mostra archeologica Celti dal cuore dell’Europa all’Insubria, tenutasi a nel 2004 a Varese; l’Insubria Festival, il festival celtico dell’Insubria del Ticino (12 edizioni); il festival Insubria Terra d’Europa (10 edizioni) che si svolge ogni anno sempre a Varese. Molte altre iniziative (conferenze, rievocazioni storiche, laboratori…) vengono organizzate dai gruppi locali attivi nelle province di Milano, Novara, Pavia, Lodi, Monza e Brianza, Lecco, Como e Canton Ticino, e per finire con “Tera Orobica” nella provincia di Bergamo.