Milly Carlucci, ballando sotto le stelle con un robot alto 3 metri

0
363

Abbiamo intervistato Milly Carlucci a poche ora dalla  nuova edizione (la tredicesima per l’esattezza) del dance show del sabato sera di Raiuno Ballando con le stelle. E’ tutto pronto all’Auditorium del Foro Italico di Roma e l’inossidabile  show girl segue minuziosamente tutto quello che succede dietro le quinte; dirige con estremo rigore ogni prova e ciò che colpisce della presentatrice, oltre all’estrema professionalità, è che non perde mai la calma e trova sempre  il tempo per  rispondere alle domande dei giornalisti.

Ti sei occupata personalmente delle selezioni delle persone comuni, è stato un compito difficoltoso?

Abbiamo fatto un tour in tutta Italia (con Ballando on the Road) che ci è servito per trovare nuovi talenti tra tanta gente comune che si è presentata ai casting da inserire nel programma. Abbiamo incontrato una massa enorme di persone talentuose e scegliere è stato davvero difficile. Ma ciò che ho capito nel corso degli anni è che gli italiani sono dei veri e propri appassionati di ballo!

Un episodio off nella tua carriera?

E’ mancato poche settimane fa il nostro produttore che era per me anche un grande amico: Bibi Ballandi (Ballando con le Stelle è una produzione di Raiuno in collaborazione con la Ballandi Multimedia-  un adattamento del format BBC Strictly Come Dancing ndr).

Notizia che ti era stata comunicata in maniera molto discutibile durante un’ospitata al programma Unomattina.

Non avrei mai voluto ricevere la notizia così ma oltrepassiamo e andiamo avanti. Renderemo omaggio al grande Bibi impegnandoci ancora di più per far sì che il programma a cui lui ha creduto fin dal debutto nel 2005 continui a regalare sogni ed emozioni ai telespettatori che fedelmente attendono questo appuntamento. Con lui avevamo dei rituali scaramantici ..In ogni puntata si sedeva tra il pubblico ci sorrideva. Spero che sua moglie sia presente perché sarebbe simbolo di continuità.

I nomi dei concorrenti abbinati ai maestri di ballo?

Le coppie che si contenderanno la possibilità’ di proseguire di volta in volta il loro cammino sono: Don Diamont – Hanna Karttunnen; Akash – Veera Kinnunen; Massimiliano Morra – Sara Di Vaira; Nathalie Guetta – Simone Di Pasquale; Eleonora Giorgi – Samuel Peron; Amedeo Minghi – Samanta Togni; Cesare Bocci – Alessandra Tripoli; Francisco Porcella – Anastasia Kuzmina; Stefania Rocca – Marcello Nuzio; Gessica Notaro – Stefano Oradei; Giovanni Ciacci – Raimondo Todaro; Giaro Giarratana – Lucrezia Lando; Cristina – Luca Favilla.

Proprio tra i nomi spicca una coppia composta da due uomini: Giovanni Ciacci ballerà col maestro Raimondo Todaro. Una scelta azzardata?

Sicuramente ci sarà chi criticherà questa scelta o chi storcerà il naso; ma i tempi sono cambiati e vogliamo dare a chiunque la possibilità di esprimersi.  

Quindi le coppie come si esibiranno?

La formula del programma rimane più o meno fedele a sé stessa: tredici Vip (attori, modelli, volti noti della scena televisiva, musicisti, influencer, sportivi) regaleranno al pubblico nuove emozioni attraverso il ballo. Sarà una vera e propria gara ad eliminazione, ma tutte le coppie a distanza di qualche settimana, avranno la possibilità di essere ripescate e di rientrare in gara salvo condizioni particolari.

Verranno introdotti nuovi balli e nuovi stili di danza?

Tutte le coppie dovranno affrontare diversi stili di danza: balli caraibici, standard, latino-americani, ma anche prove a sorpresa che serviranno a valutare il loro grado di preparazione, sottoponendosi alla temutissima valutazione della giuria di esperti, composta da Guillermo Mariotto, Fabio Canino, Ivan Zazzaroni e Selvaggia Lucarelli, capitanata da Carolyn Smith. Non mancheranno a bordo pista le presenze fisse di Roberta Bruzzone, la nota criminologa, e del direttore Sandro Mayer, sempre pronti con i loro pungenti commenti. L’ultima parola, comunque, spetta al pubblico che segue da casa la trasmissione che, attraverso il Televoto decreterà, di volta in volta, la coppia eliminata.

Oltre a te al timone ci sarà Paolo Belli che accompagnerà dal vivo con la sua band le varie esibizioni. Ma si vocifera che il palco di Ballando sarà animato anche da un’altra presenza.

Per ora non posso rivelare il nome, ma confermo che sabato sera saremo affiancati sul palco anche da un altro presentatore che sarà anche ballerino per una notte: un robot alto tre metri- Robozao. Lanceremo anche un sondaggio per scegliere il nome da attribuirgli. Non vedo l’ora di capire come interagirà con noi questo gigante alto tre metri e con la giuria, magari potrebbe minacciarla.

Quanto contano costumi e scenografia nel ballo?

Sicuramente danno una mano. Poi quest’anno, l’apporto dei mezzi tecnologici video creerà di volta in volta nuove atmosfere, personalizzando le esibizioni con l’ausilio di effetti cromatici e illuminotecnici. Ma ciò che conta e che fa la differenza nel ballo come in tutte le discipline sono impegno, preparazione, costanza.