Oliviero Toscani è la foto del coma irreversibile

9
323

Il delirio di onnipotenza crea figure che sbucano come funghi sul panorama politico italiano: costoro credono di essere migliori degli altri e capaci di salvare il mondo. Questa è la riflessione che, ahinoi, dobbiamo fare dopo le infelici uscite del noto Oliviero Toscani.

Lungi da me giudicare la sua voglia o la sua ambizione di diventare un politico e di passare dalla macchina fotografica al pulpito, è tutto legittimo: ma il modo in cui salta al centro dell’agorà dell’informazione politica è veramente misero.

Toscani offende ripetutamente i veneti e anche tutti gli elettori che hanno votato Lega -e non sono pochi- e non ha parole buone per Salvini: “uomo di Neanderthal”, “non ragiona bene“,  “è lento” e tante altre espressioni per pontificare, per prendersi un po’ di visibilità in un settore non suo; in un mondo, quello politico, che sebbene stia attraversando un periodo di rinnovamento, non ha certo bisogno di odiatori come lui.

Oliviero Toscani ha annunciato di voler aderire al Partito Democratico, eppure nei suoi ragionamenti non notiamo nulla di democratico. Giudica come incapaci gli elettori che hanno una visione diversa dalla sua e in modo sfacciato, pensando forse di scattare qualche foto provocatoria, dichiara di essere pronto a fare il segretario del PD lanciando anche una frecciatina a Renzi.

A questo punto possiamo ben dire che “volano gli stracci” in un centrosinistra in coma, devastato dai personalismi di Renzi: se, come salvatore della patria, si propone un fotografo radical chic con la puzza sotto il naso, che reputa inferiori le persone con un pensiero diverso dal suo, la situazione diventa veramente divertente e il coma irreversibile.

Valuteremo, nel caso, l’apporto del fotografo milanese alle vicende politiche italiane, per ora prendiamo atto delle sue parole offensive e antidemocratiche; lo ringraziamo per avere “scattato una fotografia” reale sul tragico momento della sinistra italiana che sta grattando il fondo del barile.

Ancora una volta notiamo che la presunta superiorità culturale del radical di turno, non è altro che boria e narcisismo, tante chiacchiere e null’altro. Toscani non si smentisce, anzi: evidenzia quel suo modo di voler trasgredire con le parole (ancora!), così come ha fatto con gli scatti che l’hanno reso famoso e coltiva la sua ipocrisia idolatrandosi da solo.

9 Commenti

  1. APPELLO ALLA REDAZIONE. POTETE TOGLIERE QUESTA FACCIA DI CXXXXX DALLA PRIMA PAGINA ?

  2. Fa coppia con il buon Farinetti……si sono resi conto di essersi agganciati al carro sbagliato e ora si agitano……almeno il caro Marchionne si è dimostrato più sveglio.

  3. Lui si crede una persona intelligente e civile e si vergogna che Salvini sia italiano. Io ho anagrammato il suo nome “Oliviero Toscani” e guardate cosa ne è uscito: “Sono troia civile”!

  4. Ma che scherzo è mai questo? Leggendo il titolo: “Oliviero Toscani, il comunista in COMA” avevo già esultato, poi purtroppo mi sono accorto che non era vero!

  5. Toscani servo di Benetton e’ dglia nni ’80 che rompe i coglioni ma non e’ nessuno !

  6. Un povero cretino, che peraltro rivela sua stupidità anche nelle sue sgradevoli foto, tra cui quelle della galleria di piselli e patonze (etnici), o del malato di aids agonizzante, o della modella scheletrita, o dei cuori “multirazziali” messi sul bancone come dal macellaio, o del “dito medio” che sostituisce la I di aids. Come tipico dei radical-chic, credono di avere la verità in tasca, e di poter “educare” il mondo, quando semmai andrebbero interdetti, e messi in un istituto per ritardati mentali. Non sanno nulla, sono ignoranti come capre, sono stati sempre smentiti dalla Storia, eppure perseverano con arroganza e prepotenza nel voler imporre le loro idee merdose, sempre più vecchie e putride.

  7. Il toscani ragiona e parla di politica con la stessa veemenza e lucidità di un imbriago alla terza ombretta di nero. Lo potete constatare in una qualsiasi osteria veneta che lui tanto detesta.

  8. Ha ragione Ricolfi, il sociologo della sinistra, uno dei pochi onesti, che ha capito da tempo il motivo per cui la sinistra italiana è antipatica. Toscani non è altro che il paradigma di questa inguardabile sinistra . Ed è un bene, perché finché è gente come O.Toscani che farà scomparire la sinistra italiana.

    • questi qui sopra non hanno un cazzo da fare se perdono tempo con le affermazioni di toscani

Comments are closed.