Giusy Versace, è la migliore Italia che deve governare

3
96

Giusy Versace ce l’ha fatta: sarà in Parlamento, alla Camera. Ancora una volta questa giovane donna ha dimostrato che “con la testa e con il cuore si va ovunque”. Nel collegio uninominale di Varese dove era candidata, Giusy ha ottenuto il 48% delle preferenze, battendo i candidati del Pd e del Movimento 5 Stelle. Anche questa volta ha deciso di correre, ha accettato una sfida e l’ha vinta. Anche questa volta ha messo in gioco se stessa in un ambito a lei nuovo ma allo stesso tempo congeniale. Cos’è infatti – o cosa dovrebbe essere – la politica se non un servizio e una missione? Una passione certo, ma anche un impegno costante, che l’atleta ha ampiamente dimostrato di mettere in ogni impresa in cui si è cimentata. Dallo sport, che le ha dato soddisfazioni e notorietà, alla televisione e al teatro fino al naturale sbocco in politica con tanta voglia di fare bene. Già con la sua associazione Disabili No Limits Onlus, creata per raccogliere fondi e regalare attrezzatura sportiva di vario genere a persone disabili che vogliono iniziare a praticare sport, Versace ha voluto aiutare chi magari non ha avuto le sue possibilità e con un’incessante attività di promozione degli sport paralimpici, organizzando eventi e manifestazioni su tutto il territorio italiano, ha voluto testimoniare quanto lo sport possa divenire uno stimolo fondamentale a non arrendersi mai. Perché il destino non si può evitare, però si può decidere come affrontarlo. Adesso in Parlamento potrà proseguire nella sua attività, perché è giusto che nelle istituzioni si arrivi con delle idee, dei progetti, una “visione” ed un bagaglio di “vita”.

Quando si parla di donne in politica si pensa alle quote rosa, a una sorta di “riserva”, a un numero senza volto e identità da inserire nelle caselle perché “così dice la legge”. Elette in quanto donne, un retaggio vetero femminista iniquo e degradante per chi invece le battaglie è abituata a vincerle senza vantaggi di sorta, né di genere né di altro. Onore a chi la sua battaglia la combatte ogni giorno a testa alta, a chi la vita ha tolto tanto ma non ha piegato.

3 Commenti

  1. Splendida ragazza, baciata dalla Fede e con la forza di questa si è fatta portatrice della croce affidatale da Cristo stesso. Donna piena di valori che illumineranno il suo lavoro. La vorremmo consigliare caldamente a Salvini per il Ministero della disabilità.

  2. Queste sono le persone che onorano un Parlamento.Poco importa se donne o uomini, di destra o di sinistra. Quel che conta è avere idee, chiare e fattibili, per la comunità.
    Auguri Signora Versace !

  3. VORREI CONOSCERE IL GIUDIZIO DI QUEL PERSONAGGIO ANTITALIANO E POCO INTELLIGENTE DEL sig o. toscani DI PROFESSIONE FOTOGRAFO DEL NULLA

Comments are closed.