La pelle è giovane: 1000 studenti scoprono il fascino del “fatto a mano”

0
155

amici per la pelleCi si interroga spesso su quali siano gli indirizzi di studio che aprano strade professionali e il concorso “Amici per la pelle”, organizzato da Lineapelle, può essere un input in tal senso. Rivolgendosi a studenti di dodici – tredici anni, diventa un’occasione per mettersi alla prova nel campo, dando sfogo alla creatività e al contempo fornendo un orientamento sul possibile percorso da intraprendere.  Giunta alla settima edizione, l’iniziativa ha visto l’adesione di mille ragazzi, i quali «tutti gli anni riescono a stupirmi», ci ha raccontato Fulvia Bacchi – direttore generale del gruppo UNIC-Lineapelle. Il tema invitava a riflettere sul patrimonio artistico del proprio territorio, individuandone l’opera più rappresentativa e riproducendola tramite pelle e cuoio. I ragazzi «hanno rappresentato, in particolare, elementi e monumenti dei propri comuni e, da ciò che ho visto, si avvertiva un vero e proprio impegno nel promuovere le cittadine di appartenenza. Hanno reinterpretato in maniera molto fantasiosa anche capolavori come la Primavera di Botticelli».

Tenendo conto dell’adesione entusiasta, sembra proprio che vada sfatato il mito secondo cui le giovani generazioni non abbiano più il senso dell’artigianalità; invece è interessante riscoprire il fascino del “fatto a mano”. L’Istituto Comprensivo di Santa Croce sull’Arno – “Scuola Cristiano Banti” con l’opera “Dalla Galleria degli Autoritratti degli Uffizi” si è aggiudicata il primo premio (1500€), da investire in attrezzature e strumenti didattici. Il “Premio Agostino Russo” (500€), istituito da UNIC in memoria del suo storico collaboratore recentemente scomparso, è stato assegnato a “L’antica concia” dell’Istituto Comprensivo Statale “Francesco Guarini” di Solofra (Av).