Ecco il loro “politicamente scorretto”

3
7

Il 2017 è finito e in questo anno ci hanno lasciato alcuni grandi personaggi della cultura e dello spettacolo. Leggete cosa dissero prima di andar via.

Pasquale-SquittieriSquitieri stracult: De Sica mi diede 2 milioni

È successo che è morta l’ideologia, non ci sono più comunisti, fascisti, democristiani… siamo in una società di mercato in cui l’utile ha vinto su tutto. Gli incassi del cinema italiano fanno ridere, non sollevano di un millimetro il silenzio. Il cinema si fa se c’è qualche buona idea, mentre il cinema che stanno facendo adesso è una scopiazzatura penosa dei vecchi temi del cinema italiano. CONTINUA 

1490296105750Tomas Milian, poesia dell’antieroe con la pistola in mano

Il barbone folto, nero. I capelli ricci corvini, come una donna greca. Pippo Baudo parlava con Tomas Milian. E lui, senza matita nera sugli occhi e, soprattutto, senza la voce che lo ha reso immortale, quella di Ferruccio Amendola, parlava una lingua meravigliosa: il romano. CONTINUA A LEGGERE

PaoloVillaggioIntervistePaolo Villaggio: “Penso che il Papa non creda in Dio”

La prima domanda la fa Villaggio: “Lei quanti anni ha?” Rispondo: “Quaranta”. Villaggio: “Pensi che una volta a quarant’anni si era a metà strada, oggi voi iniziate la strada! Anche perché è aumentato il numero dei vecchi che non mollano. L’Italia si è trasformata, da Paese ricco a Paese povero. I quarantenni hanno difficoltà notevoli. Mi faccia pure le domande”. CONTINUA A LEGGERE

boncompagni-angiolini_h_partbBoncompagni: “Fucilerei Don Matteo, carcere a Montalbano!”

Gianni Boncompagni è così. Prendere o lasciare. Quando mi apre la porta di casa mette subito le mani avanti: “Sono curioso di questo interessamento da parte de Il Giornale, io sono sempre stato comunista. . Adesso ho pure una rubrica sul Fatto quotidiano”. CONTINUA A LEGGERE

Ray-Lovelock-DSC_72081Ray Lovelock, quell’anglo-romano che amava scattare sulla fascia

Inglese nella signorilità, italiano nella cordialità, americano nei personaggi da duro che incarnava. L’essenza di Ray Lovelock si potrebbe racchiudere in questa virtuosa mescolanza tra le migliori virtù di tre popoli […] L’altra sua grande passione fu sempre il calcio. Tifosissimo della Lazio, è stato per anni indefesso animatore delle iniziative della Nazionale ItalianAttoriCONTINUA A LEGGERE

3 Commenti

  1. A questa mezza calzetta piaceva i due Paoli, Villaggio e Limiti. Non erano esattamente GRANDI, ma mi hanno allietato la vita in molte occasioni. R.I.P. a loro, e Buon Anno a lei.

  2. Sono d’accordo salvo che “sul paio”. Non li vedo. Se questi sono grandi, direi che siamo ridotti male, molto male.

Comments are closed.