La Berlino by night di dj Tumulto tra burlesque e sonorità indie

0
303

Tumulto 02 - Photography by Ivo Hofste (web)Questa è la storia di chi, tra tante difficoltà e una Roma in pasto ai soliti noti della musica contemporanea, ha deciso di mettersi in discussione e di andare via. Inseguendo una strada tortuosa che, però, a Berlino gli ha regalato grandi soddisfazioni. Di cuore e professionali. Il dj siciliano Riccardo Borgosano, in arte Tumulto, torna alla grande grazie ad un progetto musicale uscito lo scorso 24 novembre, dal titolo Concrete Talk, che ha visto la collaborazione della musicista e dj romana Lady Maru nella produzione. Pubblicato dalla label Love Motel Recordings, oltre al singolo, l’EP include anche quattro remix realizzati con Sergio Wow, Bolmer e aMinus.

Sonorità alternative, l’influenza della musica house anni ’90 e il synth pop di inizi ’80, passando da band come i Depeche Mode fino ai Modern Talking in un melting pot, anche culturale, di suoni e generi. Poi ritmi travolgenti e allegri con un video, diretto dal regista olandese Edwin Brienen, girato nella capitale teutonica dove hanno partecipato performer internazionali del burlesque, tra cui Cherry Martini e Bana Banana, nonché l’artista Annalisa Martini con cui Tumulto, che ha studi di cinematografia nel poliedrico curriculum, ha lavorato in passato per il video “NO”.

«Amo l’arte in tutte le sue forme, adoro il grande schermo ma la mia passione principale è sempre stata la musica. Ho studiato Cinema a Roma,dove ho mosso i primi passi da deejay ed in quegli anni ho conosciuto Lady Maru con cui è nato un legame di amicizia e professionale, collaborando nell’organizzazione di alcuni eventi di musica elettronica, performance ed esposizioni. Maru lavora principalmente come deejay house e techno, di cui produce anche brani ed al contempo fa musica con altri tre progetti: Cascao & Lady Maru, Trouble Vs Glue e Le Truc Und Die Maschine», spiega Borgosano ad OFF e aggiunge: «Quando mi sono trasferito a Berlino ho incominciato a lavorare come montatore nel settore del cinema indipendente ed ho deciso di mettere un po’ da parte i dj-set, pur non smettendo del tutto, per concentrarmi sulla produzione musicale. Ho fatto sentire alcuni dei miei demo a Lady Maru che stava creando un pezzo che riteneva potesse suonar meglio con una voce maschile. Pertanto mi ha proposto di interpretarlo ed è così, in un poco romantico scambio di e-mail e chiamate su Skype, che è nata Concrete Talk»

E il video musicale? «Il video riprende in parte lo spirito del testo. Ho un trucco da panda perché è una specie in via di estinzione che, in parte a causa della propria natura ed in parte per la noncuranza del mondo che lo circonda, fatica a trovare un posto nella società. Girovagando smarrito nella confusione della città, incontro questi personaggi sui generis, che sembrano usciti da un manga o da un film di John Waters, con cui alla fine riesco a costruire il mio contesto. Il videoclip è stato girato a Berlino sotto la supervisione artistica del regista olandese Edwin Brienen con cui ho iniziato a collaborare su svariati progetti sin da quando mi sono trasferito in Germania. Il brano, a differenza del video, ha un approccio più intimista e riguarda il tentativo di trovare pace nel dialogo con se stessi, lontano dalla pressione della routine sociale e quotidiana. Per quanto riguarda i remix sono davvero molto contento del lavoro di aMinus, Bolmer e Sergio Wow che sono riusciti, secondo me, a portare il brano totalmente altrove, ognuno con uno stile diverso».

Progetti per il futuro, invece? «Continuo a lavorare sull’album che ho intenzione di presentare l’anno venturo con l’approssimarsi della primavera, ma probabilmente farò uscire qualche brano un po’ prima». Tra atmosfere d’antan, che evocano in un mélange emotivo il sapore degli hit parade show mescolato al fascino della cornice berlinese e alle sue visioni grunge, ecco per Tumulto il progetto di un album dai toni musicali più scuri in cui proporrà una sintesi elettronica della nuova produzione discografica. Sempre con quel mood synth pop, techno e new wave che da sempre caratterizza la passione del dj e cantante per lo scenario indie.