Premio Penisola Sorrentina: ecco l’Italia che investe in Cultura

0
395
L'attrice Francesca Cavallin nella giuria del Premio

Assegnati il 28 ottobre scorso al Teatro delle Rose di Piano di Sorrento i Premi “Penisola Sorrentina Arturo Esposito” 2017 per comunicazione, teatro, fiction e musica.

L’iniziativa, organizzata e diretta da Mario Esposito, è giunta alla ventiduesima edizione ed è stata inserita nei grandi eventi della Regione Campania.

Premio per comunicazione e territorio alla trasmissione “Quel che passa il convento” in onda su Tv2000 (la televisione della Conferenza Episcopale Italiana) e condotta da Virginia Conti e don Domenico de Strsdis.

A Giancarlo Magalli è stato consegnato il premio Dino Verde per la Tv da parte del direttore generale per le politiche culturali ed il turismo della Regione Campania Rosanna Romano. Il premio musicale Lino Trezza è andato invece agli Audio2. Per la fiction è stato premiato dalla giurata Francesca Cavallin l’attore Lino Guanciale, protagonista della fortuna serie noir, firmata da Carlo Lucarelli , “La porta rossa”.  Riconoscimento per il teatro a Barbara De Rossi e Francesco Branchetti per lo spettacolo “Il Bacio” di Ger Thijs andato in scena lo scorso anno in diverse città italiane e da gennaio prossimo di nuovo in scena al San Babila di Milano e al Teatro dell’Angelo di Roma.

Un momento speciale è stato dedicato al gemellaggio culturale con la Regione Liguria. A ritirare un premio sono stati l’artista sannita Giuseppe Leone, che ha promosso una mostra a Genova dedicata ai miti del mediterraneo su cammei-conchiglie, ed il Governatore della Regione Liguria Giovanni Toti.

Novità dell’edizione 2017 l’istituzione, fortemente voluta dall’Amministrazione comunale di Piano di Sorrento, della sezione “genius loci” dedicata ai protagonisti del territorio. Ad essere insignito del  primo riconoscimento è stato il regista e scrittore Francesco Pinto, direttore del Centro Produzioni Rai di Napoli.

LEGGI ANCHE: Il Premio Penisola Sorrentina, eccellenza campana che unisce l’Italia dell’arte

A concludere la serata-spettacolo, condotta da Mario Esposito con la top model internazionale Cicelys Zelies (madrina dell’evento), è stato Eugenio Bennato premiato nella sezione culturale per il progetto discografico e teatrale “Da che Sud è Sud” .