La Petite Robe di Chiara Boni. Il lusso accessibile del made in Italy

0
33

Chiara BoniQuel sofisticato gioco della moda che si traduce in creazioni travel chic. Senza dimenticare la praticità e la sapienza sartoriale. Per viaggiatrici ipermoderne che desiderano essere sempre all’avanguardia e raffinate. Anche attraverso creazioni innovative che non rinunciano al comfort perché  ideali per la valigia, facili da lavare e non hanno bisogno di essere stirate. Così tutto si traduce ne “La Petite Robe” della stilista fiorentina Chiara Boni che, prima donna tra i designer  del Gruppo Finanziario Tessile, già dalla metà degli anni ’80, per talento e inventiva ha reso il suo stile riconoscibile e contemporaneo in Italia e all’estero. Dal 2007 il brand punta su un’estetica romantica in cui l’attenzione per i dettagli, le linee ma anche per le forme e  i colori costituisce il punto fermo della sua filosofia stilistica. E’ del 2009, invece, la collaborazione con un nuovo partner che porta l’appeal metropolitano delle collezioni firmate “Chiara Boni.La Petite Robe” sui mercati internzionali con  una rete capillare di distribuzione nei principali department e specialty stores degli Stati Uniti. Sono passati due anni dall’opening del primo monomarca a Milano e durante la kermesse capitolina Altaroma, Chiara Boni ha inaugurato il suo primo flagship store a Roma, in Via del  Babuino, la via del lusso della Capitale. “Posso dire che la nostra boutique di Via Sant’Andrea ci sta dando grandi soddisfazioni”spiega Maurizio Germanetti, amministratore delegato dell’azienda, che sottolinea “Ci ha piacevolmente sorpreso il fatto che oltre il 50 per cento delle nostre clienti siano italiane, cosa che ha confermato che le nostre collezioni sono vincenti in un momento storico in cui il lusso “accessibile” si fa sempre più strada. A Roma abbiamo già tantissime fan, molte nel mondo del cinema e dello spettacolo e ci è sembrata la giusta scelta per il processo di evoluzione del nostro marchio”.

Il concept della boutique romana, così come quello milanese, è caratterizzatoCHIARA BONI : LA PETITE ROBE SPRING 2017 SHOW da un design essenziale, avvolgente e pulito in cui prevalgono i toni dell’avorio e del platino con giochi di luce ad illuminare le creazioni made in Italy della collezione “Chiara Boni.La Petite Robe”. Con  la nuova sensuale fragranza del brand, dalle delicate note floreali e fruttate, e lanciata lo scorso settembre, ad accompagnare gli ospiti dello store in una promenade immaginaria all’insegna dello stile. Tanti i guest del mondo del cinema e dello spettacolo all’inaugurazione in via del Babuino, da Nancy Brilli a Laura Lattuada, da Irene Ferri a Francesca Valtorta. E poi Giovanna Melandri, Melania Rizzoli, Myrta Merlino, Marco Tardelli, solo per citarne alcuni. Per la designer, che sempre a settembre dello scorso anno ha sfilato a New York per la primavera-estate 2017, anche una nuova linea di accessori con clutch e mini tracolle, accompagnate da sandali e ballerine, che ripropongono la scelta raffinata di jersey e jacquard nelle texture e che si accostano a silhouette dalle lunghezze midi con ampie skirt in tulle ricamate. Romanticismo nei colori per una palette che esalta i toni pastello, dal rosa cipria al quarzo, fino all’azzurro con grafismi total black. La maison italiana aveva previsto di chiudere il 2016 con un fatturato del 53 per cento in più rispetto al 2015, in un crescendo di successi e di celebrity del jet-set internazionale, come Amy Robach e Ginger Zee, Nina Senicar, Linnet e Phyllis, che non vedono l’ora di indossare le creazioni ricercate “Chiara Boni. La Petite Robe”.

Declinare eleganza e comfort in creazioni che esaltano la bellezza femminile. Lasciando poi alla moda il compito di valorizzare la qualità delle lavorazioni contemporanee che conservano però il savoir-faire sartoriale. Ci è riuscita nel 2007 la stilista fiorentina Chiara Boni con la sua “Petite Robe”che, grazie al background stilistico maturato per anni nel settore, ha fatto tesoro dell’esperienza trasformandola in abiti ormai iconici per il fashion system e in cui l’idea di praticità si associa all’allure bon ton-chic. Tessuti stretch CHIARA BONI : LA PETITE ROBE SPRING 2017 SHOWperfettamente ripiegabili in valigia, pennellate di colore che esaltano le texture per moderne e curiose globetrotter. La collezione primavera-estate 2017 della designer, presentata lo scorso settembre a New York, è un inno alla joie de vivre.

L’ispirazione viene dagli anni ’50 con long e mini dress fascianti, romantiche gonne in tulle cipria e azzurro ricamate, corpini aderenti e, novità per la prossima stagione, clutch e graziose tracolle che completano gli outfit con sandali e ballerine. La ricerca materica è raffinata e vede come protagonisti jersey, jacquard e rete. In passerella i look sofisticati delle perfect ladies dell’Upper East Side della Grande Mela sono introdotti dal video del regista Stefano Poletti mentre la colonna sonora dei Mangaboo ha accompagnato al ritmo di samba le uscite finali. Dal 2009 il brand è sempre più internazionale e distribuito in Europa, Russia, Medio Oriente, Canada e Usa. Con un monomarca a Milano inaugurato due anni fa e un flagship store a Roma aperto di recente. Il 14 febbraio, sempre a New York, la sfilata della prossima collezione della stilista che ha vestito Lara Trump per la cerimonia presidenziale a Washington DC.