Ecco l’ennesima ingiustizia all’italiana…

3
100

Maria RoccaSono le 20:30 (4 ottobre 2016-ndr) e come al solito faccio uno squillo a mia madre per la buonanotte, lei mi risponde tranquillamente, sta bene e andrà a letto dopo il film. Ci vediamo domani, mi dice”.Questo però non accadrà. L’indomani mattina la signora che tutti i giorni va a fare compagnia a Maria Rocca, la trova in condizioni gravissime:- “La casa è sottosopra, Maria è a letto con la faccia immersa nel cuscino, non dorme, ma non risponde, sono dovuta scappare fuori perché all’interno l’aria è soffocante! Chiama aiuto, corri subito qua!“- a raccontare la storia per la nostra rubrica #legittimadifesa é il figlio Marco Vaccaro -” io riattacco immediatamente e corro a casa di mia madre. È tutto come descritto, cammino tra vestiti, cassetti ed altri oggetti rotti sparsi sul pavimento. La vedo, è a terra, priva di conoscenza, con un braccio nero, girato dietro la schiena, e il naso schiacciato nel cuscino per soffocarla. Le bestie, come schegge impazzite, hanno distrutto tutto, non hanno risparmiato neanche il telefono, il citofono o il televisore; sono entrati sfondando la finestra del bagno al primo piano e sono usciti dalla porta senza lasciare traccia”-.

SPARA AL LADRO DA VITTIMA AD IMPUTATO (LEGGI QUI)

Nessuno ha sentito nulla, nessuno avrebbe potuto. I vicini che la conoscevano erano senza parole:-” È impossibile accanirsi su una donna così perché è un’anziana tranquilla, carina e sempre gentile. Una nonnina minuta e inerme che non meritava certo di essere trattata in questo modo!”-.

Maria Rocca era nata il 9 settembre 1925 e ne aveva viste tante, fin da quando aveva perso sua madre a soli 14 mesi. Quante volte aveva raccontato di quando, ancora adolescente, correva verso i rifugi per salvarsi dai bombardamenti aerei durante la seconda guerra mondiale. Poi la famiglia e una vita dedicata ai figli e al nipote. Aveva scelto di vivere in quella casa fin dal 1964, e dove avrebbe potuto vivere ancora a lungo, visto che il suo cuore ed i suoi organi erano ancora così sani che l’equipe di medici che si sono occupati di lei in quelle ultime maledette 48 ore, aveva caldamente invitato alla donazione, purtroppo è stata necessaria l’autopsia. “Mia madre non meritava una morte così terribile; tutti speravamo in una fine serena fra le mura della sua casa, tutti pensavamo ne avesse viste abbastanza. E non oso pensare a cosa può aver vissuto quella notte (secondo gli investigatori alcuni malviventi si erano introdotti nell’abitazione isolata a La Rugginosa, periferia di Grosseto,  probabilmente per una rapina ,ndr) –“ penso alla paura che avrà provato mamma nel sorprendere i malviventi dentro casa, nel cuore della notte, a rubarle alcuni oggetti che non avevano grandissimo valore ma, per lei rappresentavano i ricordi di una vita! Marco racconta a noi di OFF che su questa vicenda restano ancora tanti dubbi, di certo è che, in conseguenza all’intrusione dei malviventi nella sua casa, la povera Maria ha subito una emorragia cerebrale per la quale è morta alcuni giorni dopo – “Il fascicolo è ancora aperto e io comincio a pensare all’ennesimo delitto non punito, anche se, in questa Italia che non riconosco più, dove crimini come questo si consumano tutti i giorni, ritengo che i complici e sostenitori di questa situazione ormai ai limiti del sostenibile siano proprio tutti quei rappresentanti politici che, con i soldi dei contribuenti, si crogiolano nelle loro super ville e nei loro super attici dotati di ogni sofisticatissimo sistema di sicurezza. Così oggi, oltre a piangere mia madre mi ritrovo a commiserare anche la mia cara Patria, il paese più bello del Mediterraneo, per il quale i nostri nonni hanno pagato con il sangue”-.

La rubrica di OFF #legittimadifesa è un’iniziativa in collaborazione con UNAVI Unione Nazionale Vittime
Segui la pagina facebook Unione nazionale Vittime @Unavi2017,
Seguici su twitter @UnioneVittime

Sul canale Youtube Unavi Unione Nazionale Vittime
Scrivere a presidenza.unavi@gmail.com

3 Commenti

  1. Gli italiani? storicamente grandi all’epoca Romana a puttane dei potenti nel futuro, oggi ti possono uccidere per una sigaretta, per una fede calcistica, ma giammai lo faranno per difendere la patria. Abituati a delegare, sono divenuti l’ombra di chi, con supremo sacrificio, si spense sul Piave per difendere la Patria!

    Oggi l’unica guerra che fanno è nei videogames, parteggiano per una marionetta piuttosto che un altra, ed intanto i nostri concittadini muoiono.

    Questa storia è veramente terribile, questa signora poteva essere mia madre! maledico coloro che hanno attuato questo barbaro omicidio! maledico doppiamente chi li ha fatti entrare! che IDDIO abbia pietà di loro, io no!

    Riposi in Pace signora Maria, dopo tanta sofferenza, questo mondo ingrato, questi italiani da 4 soldi, non le hanno neanche permesso il diritto a morire di vecchiaia.

    Siate maledetti! TUTTI!

  2. Signori la colpa di tutti questi delitti, della miseria 5 milioni di famiglie, della disoccupazione 40% fra i giovani e 12% fra gli adulti, di chi e’??? chi e’ al governo? Renzi Gentiloni Boschi BoldrinA Mattarella, Napolitano, e il pd, ora ancora peggio col Mpd e 5 stelle, avete capito??? fateci un pensierino!!!!

Comments are closed.