Alma Manera: “Gli amici politici onesti che conosco hanno tutti l’ulcera”

0
278

Alma Manera_ Ph. Angelo Gigli e Maurizio Sacco (4)Cantante,soprano,attrice,danzatrice ma soprattutto performer. Figlia d’arte, Alma Manera è un’artista completa, mamma felice che ama il suo lavoro e affronta la vita con il sorriso. Un rapporto molto profondo la lega alla promozione della fede e alla religione. Una spiritualista, o meglio una “classista d’anime”, come lei stessa si definisce, che crede ancora, attraverso il volontariato, nell’impegno sociale mettendosi al servizio degli altri per fare del bene. Ad OFF Alma Manera racconta il suo debutto, il rapporto con i genitori e I progetti futuri. Senza dimenticare un episodio “off” degli esordi.

Ci racconti un episodio “off” che riguarda gli esordi della tua carriera?

Ne ricordo diversi. Ad esempio, avevo 12 anni, freddo e neve, c’era la maratona di Telethon,mia madre ne era il direttore artistico e organizzativo per il Centro-Sud Italia. Si era inventata le carrozze d’epoca della solidarietà che si passavano il testimone di città in città,ogni fermata coincideva con un evento performante e con lo spettacolo. I ragazzi della band ospite (oggi tutti musicisti affermati) mi chiedevano cosa avessi cantato ed io “stavolta non canto” ed ancora “allora danzi?”ed io “no, sono la ragazza sandwich”. Praticamente pubblicizzavo la raccolta fondi con due cartelli e, recitando poesie, invitavo ad offrire un contributo. Quindi, di fatto, la band sul palco ed io per strada.La gavetta fa crescere e ti prepara ai momenti meno fortunati.

Quando hai scoperto la passione per la musica e l’arte in generale?

È nata con me, sbocciata quando vivevo a New York. Nei bimbi si intravedono quasi da subito alcune attitudini che poi col tempo si rivelano talenti. Bene, io a  9 anni ascoltavo Tschaikowsky e sognavo la signora Fracci che poi ho trovato sul mio percorso artistico. Cantavo operette ed avevo come cavallo di battaglia la canzone “Un amore così grande” della quale era interprete originale Mario del Monaco.Tutto questo a passo di danza.

Vita e professione. Quanto ha contato il rapporto con i tuoi genitori nella tua formazione?

Figlia d’arte,ma la carriera artistica l’ho scelta non per superstizione parentale ma per vocazione.Un percorso naturale ostacolato perché nessuna delle mie rispettive famiglie d’origine consigliava la vita d’artista considerata incerta. Le mie due metà genetiche, due artisti diversi con una cosa in comune, l’indipendenza intellettuale. Mio padre, un anticonformista,fu uno dei primi a sperimentare il cinema indipendente, proprio lui che era parte integrante della compagnia stabile di prosa della Rai, negli anni in cui il dogma della cultura pendeva solo da una parte politica, recitava i poeti greci ma anche D’Annunzio e fu accusato e processato per istigazione politica per un suo film,un matto dal talentaccio con un carattere molto particolare.Al contrario mia madre ha compensato la stravaganza di mio padre con eleganza e talentuosa sobrietà.Il periodo più bello e intenso negli Stati Uniti, prima che si separassero per sempre 

E con la fede e la religione che rapporto hai?

“Lo spirito regge il mondo, lo pervade e lo anima”, così cantava Virgilio.Spiritualista forse?Sicuramente una classista d’anime al servizio del bene.C’è un sfrenata voglia di apparire e la superficialità rischia di prendere il sopravvento sui contenuti,spazzando via i valori.La fede, impalpabile dono, ci salva. Ha un potere senza misura.Sono una fan dei grandi profeti, soprattutto di Gesù, simbolo di amore e verità contro il pregiudizio. Non è un caso aver interpretato alcuni ruoli sacri, primo fra tutti quello di Maria di Nazareth.”Omnia munda mundi”, il prossimo spettacolo che porterò in scena in spazi non propriamente teatrali (tra questi alcune importanti  basiliche), è ideato come antidoto alla cattiveria e all’ipocrisia.

Tra le tante attività che svolgi c’è anche il volontariato. E il progetto etico “Con il sole sul viso”. Ce ne parli?

Hai presente la torta più buona del mondo, quella variegata con gli ingredienti più gustosi,genuini e la frutta più dolce? Non puoi mangiarla da solo,le abbuffate non servono a nulla, è bello invece condividerla. Penso che sia così anche per la vita. Condividere mi fa stare bene, trovo le persone individualiste ed estremamente competitive profondamente tristi! Invito a scoprire ll mio progetto su www.conilsolesulviso.com. Ho una figlia ed immagino per lei un futuro migliore.L’educazione sentimentale dei nostri figli inizia con l’esempio che noi proiettiamo e con la visione del mondo che trasferiamo loro.Noi artisti abbiamo il dovere di veicolare messaggi positivi e spunti di riflessione.

Cosa pensi del sistema politico italiano? Entreresti mai in politica?

C’è confusione e malcontento,la storia nella sua circolarità si ripete,forse servirebbe una rivoluzione culturale,una rete positiva di persone che rendano certezze le parole, dando continuità ai progetti,senza lottizzazioni varie,un nuovo Umanesimo. La politica ci appartiene,impegno civile e attivismo sociale sono basilari. Sono vicina a diverse importanti realtà associative come quella dell’ Associazione nazionale famiglie numerose. Loro arrivano dove le istituzioni falliscono. La politica la faccio senza bisogno del pennacchio,promuovendo in prima istanza la cultura della vita,come messaggio di speranza. Ho diversi amici politici di schieramenti opposti, sia di professione o prestati,hanno perlopiù,quasi tutti,colite,ulcera,sopratutto quelli più onesti.

Secondo te cosa manca, invece, alla musica italiana?

Dipende da quale musica italiana intendi. Noi siamo un punto di riferimento internazionale, la nostra melodia tradotta come sentimento italiano è da sempre fonte d’ispirazione. Il bel canto,la canzone d’autore,la musica napoletana viaggiano oltre confine e non hanno età. Senza dimenticare che i più grandi compositori di colonne sonore sono di origine italiana o italiani.Vorrà dire qualcosa!Poi ci sono altre strade fast che hanno comunque il loro perché…

Quali sono i modelli musicali a cui ti ispiri?

La mia vocalità versatile mi ha permesso di spaziare tra diversi generi, ho un’anima un po’ melò ma anche rock… I modelli che credo di avere come retaggi ancestrali sono i grandi interpreti dell’espressività della parola. Nel teatro lirico la Callas fu un grande modello del recitar cantando,era innamorata della parola,aveva un fraseggio coinvolgente perché emozionante e la capacità di sentire,di vivere e far rivivere il senso di quello che si comunica.Sono stata anche fortunata perché ho avuto dei grandi maestri e ho lavorato con grandi maestri.

Palcoscenico teatrale o televisione?Alma Manera_ Ph. Angelo Gigli e Maurizio Sacco (3)

Premetto che ogni ribalta ha il suo valore così come il pubblico,sia esso di intenditori e non,ha la sua dignità. Il palcoscenico è pur sempre una conquista.Ti rispondo con la frase di un grande artista, l’attore performer Terrence Mann: “il cinema vi renderà famosi,la televisione ricchi ed il teatro vi farà stare bene”. Anche se qui in Italia non c’è più un vero e proprio criterio di selezione relativa a talento e competenza o, per dirla meglio,merito

 Qualche anticipazione sui tuoi progetti futuri, musicali e non, per i lettori di OFF?

Attendo il 2018 passando tra ospitate,qualche provino e serate. Il film di Marco Pollini tratto dal romanzo di Debora Scalzo dal titolo “Io resto così”, dove sarò una scanzonata napoletana,mamma e moglie devota,ed ancora un brano scritto con un autore importante che per ora tengo per me e dei progetti teatrali  con la regia di un appassionato ed innovativo artista che conosci (ndr…). Ed il Festival internazionale della danza e delle danze (www.festivalinteranzionaledelladanzaedelledanze.it), una creatura di famiglia con la direzione artistica di mia madre (ndr. Maria Pia Liotta) la collaborazione del fratello di mio padre (ndr. Enrico Manera).Il desiderio è quello di potersi esprimere ogni giorno,soprattutto quando si vive la propria scelta professionale di vita come vocazione.

_______________________________________________________

PH. ANGELO GIGLI e MAURIZIO SACCO