“Grana & Pixels”, una mostra fotografica per le vie di Roma

0
13

19848968_10213971383027115_1407331910_nLe vie di Roma si trasformano in un museo en plein air per la mostra diffusa “Grana & Pixels” dell’artista della fotografia Gaetano Mansi. Dal 10 luglio, dopo il vernissage nel giardino dell’Hotel Donatello in via di Porta Maggiore, il percorso espositivo sarà visibile fino al 24 e racchiude 142 opere fotografiche allestite su un’ampia rete di poster stradali. Il progetto è curato da Ranieri Randaccio e Roberta Montrone con l’idea di coniugare moda, arte e fotografia all’interno di una mostra che diventa interattiva grazie ad una web app che consentirà di visualizzare i luoghi della Capitale dove è possibile ammirare le immagini dell’esposizione.

Per i fanatici dei social, poi, l’opportunità di collegarsi al sito e condividere le foto preferite. “Sono un ragazzo fortunato –spiega  Mansi– perché avere un lavoro che è la tua più grande passione trasforma ogni fatica in una vacanza. La mia fortuna continua ancora con l’occasione di esporre all’aperto, nella città più bella del mondo e non all’interno di una galleria, alcune delle foto che amo di più. Per me la fotografia non è unadownload (3) stampa pregiata in cornice, è carta da manifesto, riviste in rotocalco, cataloghi nei supermercati. È la foto che ti ricordi e che condividi su Facebook, è l’immagine che fa da sfondo al tuo cellulare”. Un modo diverso e assolutamente 2.0 per far scoprire Roma attraverso installazioni diffuse e un nuovo format che si basa sull’interattività con lo spettatore. Servizi di moda per magazine patinati, campagne di advertising, giornali e billboard nella promenade urbana di Gaetano Mansi, fotografo di origini salernitane e molto apprezzato nell’universo fashion per i suoi scatti d’autore. “In questi ultimi trent’anni in giro per il mondo– confida l’autore che ha collaborato con Oliviero Toscani e Pete Turner a Venezia 79, ma anche con riviste di architettura come Casa Vogue e House&Garden -mi sono capitati tanti imprevisti, a volte spaventosi come i disordini razziali a Los Angeles con il coprifuoco e la gente che ti sparava dietro, la coltellata presa a Gerusalemme, un aereo in fiamme in Bahrein, un paio di uragani (di cui uno 19758440_10213936027023237_132676897_ndevastante) a Portorico. Ho affrontato tante situazioni complicate: le modelle che si perdevano a causa di aerei cancellati, documenti spariti o amori scoppiati all’improvviso, il sole che non spuntava mai come quei dieci giorni di pioggia continua a Miami, altrettanti in Giamaica o alle Maldive, le tempeste di neve a Cortina e a New York”.

Solarità mediterranea, ma anche passione e sfumature romantiche nelle opere di Mansi che, nomade viaggiatore nonché appassionato di paesaggi esotici, ha ritratto con la sua macchina fotografica top model internazionali tra cui Eva Herzigova e Linda Evangelista, fino alla bella e simpatica conduttrice di “Striscia la notizia” Michelle Hunziker. Per l’inaugurazione dell’expo “Grana & Pixels” il sound del dj set di Sonia Rondini si mescola all’arte delle installazioni video di Rossano Giuppa, organizzatore dell’evento dopo il successo della Lecce Fashion Week di Campi Salentina, dove ha curato la regia delle sfilate della kermesse ideata da Elisabetta Bedori per promuovere la moda made in Sud.