L’Amore nelle morbide trame di SottoMettimi

0
23

16004244 Barchetta (1)Stando a un vecchio adagio, ci sono due modi per conoscere bene una persona: lavorarci insieme o farci l’amore. I popolani, anche se ignoranti, spesso centravano il nocciolo della questione, non c’è che dire. E fanno pensare a un connubio che ha dell’improbabile fino a un certo punto: quello tra la passione e il lavoro.

Abbiamo scritto altre volte, su OFF, delle maglie prodotte dal marchio SottoMettimi, della loro impalpabile leggerezza, del calore che abbraccia il corpo come una nuvola impalpabile; e ancora dei filati, merino extrafine lavorato con metodi ecologici rispettosi della natura, animali compresi. Una tenerezza rivolta alle creature più deboli, destinate da sempre a essere vittime degli uomini, ma non di quelli che lavorano per SottoMettimi. Se non è amore questo, cos’è?

Così come chi scrive mette anima e testa in quel che redige, Luigi Perna, l’imprenditore che ha creato il brand dal nulla nel 2014, segue la lavorazione nei minimi dettagli con passione. Non a caso, indossando un suo capo si ha l’impressione di essere abbracciati da un tenero amanteCLOSEUP_01_3295 prodigo di carezze. Da un gentiluomo che nella brutta stagione se hai freddo ti offre la giacca.

Si chiede Perna: “Cos’è la passione per le cose che facciamo?”. Una forma di amore universale – risponde a se stesso – destinata a investire la sfera professionale, se si ha la fortuna di svolgere un lavoro che amiamo. Perna questa fortuna l’ha creata con le sue stesse mani credendo nella qualità e nell’etica e i risultati si vedono, si toccano, si indossano con piacere. La collezione primavera/estate ha avuto successo nelle fiere internazionali e dalle migliori boutique italiane si diffondono in Europa. Come a dire, l’amore può essere intessuto di una trama sottile, che tuttavia sopporta il freddo e tollera il caldo, riparando dalle tormente della vita così come dalle brezze estive.