Michele Cascavilla: “ora capisco Raoul Bova”

0
1258

C_4_articolo_2136188__ImageGallery__imageGalleryItem_1_imageMichele Cascavilla, imprenditore di successo, proprietario del marchio Lenzuolissimi, ed ora anche autore, primo in classifica con il libro Le lenzuola del potere (LEGGI), edito da Armando Curcio editore, scritto insieme a Roberto Alessi e con la prefazione di Silvio Berlusconi, si racconta a OFF 

Ti aspettavi questo posizionamento in classifica ?

“No , ma è una grande soddisfazione e un grande obiettivo raggiunto : il ricavato delle vendite, come ho già precedentemente spiegato, andrà completamente in beneficenza alla “Vidas” , l’associazione per la cura dei malati terminali di cancro presieduta da Ferruccio de Bortoli”

Hai avuto modo di sentire il presidente Berlusconi in merito al successo del libro?

“Si ed è molto contento per i risultati raggiunti. Come lo è sempre ogni volta che un giovane raggiunge il successo. È un grande leader, spero che torni presto dove deve stare, il suo posto è in primafila in politica. La gente ancora lo ama”

Il libro però è stato scritto a quattro mani, giusto?

“Sì, alla stesura ha partecipato Roberto Alessi , amico e grande professionista”

A parte il libro che sta avendo un grande successo, proprio in queste ore la tua relazione con Chiara Giordano è finita ancora sulle prime pagine delle testate di gossip online. Hai qualcosa da dichiarare in merito?

“Come già noto, la mia relazione con Chiara Giordano è acqua passata. La persona ritratta nelle foto di queste ore, non sono io. Io sono un imprenditore, non mi interessa il gossip. Ora, finalmente, capisco Raoul Bova, e mi dispiace molto per lui. Sono concentrato solo sul mio lavoro. Se in futuro però Berlusconi mi chiedesse di scendere in prima linea politicamente con lui, non mi tirerei di certo indietro e ne sarei onorato. Attualmente c’è bisogno di giovani motivati che abbiamo a cuore le sorti del paese”