“Una luce nuova del mattino che c’è”: Nestore Verre

0

nestore-verreEnergico, alla ricerca del mondo intorno a sé. Sguardi sonori toccanti, sentimenti autentici. Sono solo alcuni dei tratti distintivi di “Oltre me non esisto”, ultimo disco di Nestore Verre, Edizioni e Produzioni iNomadi s.r.l. di Beppe Carletti. L’album è caratterizzato da 11 intensi brani scritti e composti dallo stesso cantautore, il quale con grinta e ironia, racconta di sé, delle sue emozioni, attraverso un rock trascinante.
Oltre me non esisto è un concetto, e allo stesso tempo uno stato d’animo, che sento da sempre e che oggi forse avvertiamo un po’ tutti perché figlio di questi tempi” confida il talentuoso cantautore bruzio. “È un disco che nasce dalla rabbia, dalla ribellione, dalla consapevolezza, dalla speranza, dall’istinto di libertà, dalla voglia di andare oltre e superare le barriere della superficialità”.

Esplorando le tracce si viaggia dai contenuti forti di “In bilico”, “Blu cobalto” “Il mio ritorno all’inferno”, “Sto precipitando” all’essenza cristallina di “L’eterno ha il tuo odore” e “Gli angeli”.
Il disco, dal sound vigoroso, caratteristica propria del cantautore, si chiude con la ballad “Oltr3” per lasciare un sapore di speranza e ti accoglie come “…una luce nuova del mattino che c’è”.
L’album è disponibile in tutti i digital stores e sul sito (www.nestoreverre.it). Con “Oltre me non esisto” Nestore Verre – brano dopo brano – si fa medium di racconti universali che accomunano tutte le anime sognanti. Occhi dunque rivolti verso le più profonde emozioni di ognuno e tanto cuore. Tramite antitesi, allusioni e metafore riesce a tramutare le parole in immagini suggestive. La cornice perfetta alla sua voce è la musica che egli compone in concomitanza con i testi e che prende vita con una semplicità e immediatezza sbalorditiva. Al tempo stesso il suo interesse per i suoni, il ritmo e la melodia lo induce ad una particolare cura del sound. Tutto questo si riscontra in “Oltre me non esisto”. L’album è attualmente accompagnato da un tour nazionale. Nestore Verre dal basso è riuscito a volare alto, coadiuvando sovente “I Nomadi” che dal primo incontro, vista la qualità totale del cantautore, l’hanno voluto insieme a loro, nei propri concerti.